Utente 281XXX
Salve, sono stata già operata con l'asportazione delle safene circa 20 anni fa. Sono stata nuovamente operata un mese fa, per l'asportazione di grosse vene recidive agli arti inferiori. Il medico ha consigliato di chiudere la safena esterna con sclerosanti e trattare sempre con sclerosanti le restanti vene varicose. E' più conveniente trattare la safena esterna con sclerosanti o chiuderla chirurgicamente? Trattandola con le sclerosanti che tipo di complicazioni potrei avere?
Le gambe presentano ancora dei grossi ematomi. E' giusto già procedere con il trattamento di sclerosanti?
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la scelta di una indicazione chirurgica discende dall'esito di esami strumentali e dalla visione diretta delle condizioni cliniche locali e generali del paziente.
L'opzione che Le è stata proposta rappresenta una scelta frequente in condizioni come quella che descrive e potrebbe consentirLe buoni risultati.

Le indico il link ad un articolo che potrà esserLe certamente di aiuto:
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/386-foamscleroterapia-varici.html
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio. La mia unica paura è quella di iniziare già il ciclo di sclerosanti con le gambe ancora livide e doloranti.
Ma la chiusura della safena con sclerosanti è reversibile o irreversibile?