Utente 282XXX
Salve,
sono una ragazza di 24 anni e scrivo per chiedere un vostro consulto medico anche se so che ciò non sostituisce la visita dal mio medico di famiglia. Premetto che sono sotto tesi triennale all'università, ma tutto sta proseguendo bene (anche per il professore).
Sono 5 anni che soffro di ipertiroidismo ma solo 2 anni fa ho fatto la iodo-terapia e quindi per far funzionare la mia tiroide devo prendere ogni giorno e per sempre una pastiglia di eutirox (da 100 mg). Da allora, dopo aver trovato il dosaggio giusto, sono stata bene e non avevo nessun sintomo.
Sono però quindi giorni che continuo ad avere brividi di freddo continui (tutto è partito con una febbricola di 37 per soli 2 giorni), ad eccezione di quando faccio attività sportiva (pallavolo), ed ho qualche tachicardia anche negli ultimi giorni. Pensavo fosse una disfunzione della tiroide ma dalle analisi risulta tutto a posto (TSH 0.688 e FT4 1.42) e ho chiamato pure l'endocrinologo di fiducia e tutto ciò è stato confermato.
Ho fatto pure altre analisi di controllo (emocromo, proteina c reattiva, ves) e da ciò tutto risulta normale.
Inoltre, mi sento sempre stanca e con poca voglia di fare.
Da questa estate però ho iniziato anche a soffrire di male alle gambe, anche quando finivo i miei allenementi di pallavolo o stavo molto in piedi; infatti mi sono rotti molti capillari nelle gambe e a volte mi escono delle macchie scure nere, ma non sono botte.
Tutti questi brividi possono essere causati da una brutta circolazione del sangue? oppure secondo lei è solo un periodo di ansia dovuto alla tesi?
la prego mi risponda perchè così non riesco a continuare.

Grazie!!!
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
i brividi di freddo non sembrerebbero potersi mettere in correlazione con le manifestazioni cliniche che descrive.
La presenza delle "macchie scure nere" andrebbe comunque valutata dal vivo, anche con l'aiuto del Suo Medico curante.
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
intanto la ringrazio per la tempestività della risposta.
Quindi se Lei non associa i brividi nè all'ansia nè ad una cattiva circolazione sanguigna, secondo Lei cosa potrebbe essere?

grazie ancora!!!!