Utente 282XXX
Salve, scrivo qui in quanto vorrei capire come procedere con il mio ascesso sacrococcigeo , ho consultato uno specialista in visita chirurgica il quale mi ha detto che potevamo provare a curarlo tramite medicazioni frequenti tramite acqua ossigenata e GentalynBeta in zona locale, che tra l'altro aumentano di molto la fuoriuscita di pus rispetto al normale, premettendo che il mio tempo è molto ristretto e non vorrei imbattermi in medicazioni cosi frequenti e lunghe sopratutto se al fine non si giunge alla risoluzione assoluta del problema , vorrei un consiglio alquanto diretto per capire se procedere il prima possibile all'intervento chirurgico e in quale maniera farlo per permettermi di tornare subito ad essere lavorativo oppure se continuare con queste medicazioni , o ancora... se ci sono altre possibili soluzioni per curare questa infezione,

Grazie per la disponibilità, attendo una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,se è presente ancora materiale purulento,bisogna detergere con acqua ossigenata ma eviterei la crema di Gentalyn beta(fa da tappo sul l'apertura spontanea o provocata(incisione chirurgica).anzi per velocizzare la detersione e' preferibile ampliare l'apertura.Appena possibile intervenire preferibilmente con tecnica aperta.Purtroppo la patologia e' fastidiosa e la risoluzione richiede tempi lunghi.Velocizzare e' controproducente in quanto espone a recidive.Saluti
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Bene Dottore la ringrazio per i chiarimenti e spero di poter risolvere il prima possibile questo fastidioso problema, seguirò il suo consiglio ed eviterò di usare la Gentalyn beta.

Cordiali saluti