Utente 272XXX
Egregi dottori, volevo porvi alcune domande sulla mia condizione clinica.
Sono un ragazzo di 24 anni di 1,85 per 76 kg. Da qualche tempo circa 6 mesi sono stato colpito da ansia persistente, le mie giornate sono sempre molto stressanti causa lavoro, e le mie ansie sono sempre più persistenti. Tutto e cominciato con dei dolori e pesantezza al lato sx del torace, dolori che si espandevano al braccio sempre sx accompagnate da leggera tachicardia. Esami come elettrocg e ecocg non hanno dato alcun esito su problemi cardiaci, allora mi sono rivolto ad uno psichiatra, che mi ha prescritto gocce di lexotan 15 per 3 volte al gg, ed pillole di levopraid 2 al gg prima dei pasti principali. Purtroppo i dolori al petto non sono spariti, ansi ora la situazione è peggiorata e parecchio, infatti avverto tachicardia persistente sui 140 btm la mattina appena sveglio, poi questa continua e si placa solo bevendo un bicchiere di acqua fredda, ma se fumo una sigaretta o mentre lavoro ascolto i battiti sento che il cuore va forte, solo a riposo appena a casa sul divano riprendo il mio normale ritmo, in più avverto dei forti dolori al centro del petto che si irradiano alle spalle ed al braccio sx, dolore pungente e fastidioso che arriva per lo più quando sono molto stanco dalla mattinata lavorativa! Io vi chiedo è possibile che questo dolore sia causa di ansia, o può essere un problema legato al catarro ed il raffreddore che ho da 2 settimane? Non so cosa pensare dottori, passo le mie giornate ad ascoltare i miei battiti e preoccuparmi, io voglio vivere tranquillo, lo stress può causare questo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I sintomi che lei riferisce non hanno le caratteristiche del dolore anginoso.
Piuttosto il fatto di fumare alla sua giovane eta' dovrebbe farla riflettere: non solo perche' ogni sigaretta che fuma, contenendo nicotina, aumenta la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa per almeno 20 minuti, ma perche' fumando aumenta notevolmente il rischio di ictus, infarto e cancro.
Smetta oggi stesso. Non c'e' altra terapia
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio egreg dott per la risposta immediata, e le chiedo: quindi lei pensa che la causa di tutto ciò sia legata solo ed esclusivamente al fumo? Mi scusi ma non penso che alla mia età questo fattore possa essere la causa di questi malori, anche perché non sono un fumatore accanito, e fumo solo 8 sigarette di media al giorno di tabacco rollato. Grazie ancora egregio.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non e' il fumo che le provoca questi dolori, che da come li descrive paiono essere di origine osteo-muscolare, ma se lei fume cosi' giovane ha davanti a se' una vita limitata qualitativamente e quantitativamente, per i motivoi che le ho esposto nel precedente post.
Poi lei , essendo maggiorenne, puo' fare come crede.
Arrivederci
cecchini