Utente 144XXX
Buongiorno, ho 45 anni e ho un prolasso valvolare mitralico con insufficienza mitralica di medio grado; a seguito di numerosi fenomeni di extrasistoli, su consiglio del medico, ho effettuato un holter di 48 ore. Premetto che è da settembre che sono sottoposto a terapia farmacologica con amiodarone che devo assumere per un anno (sono al quarto mese). L'amiodarone dovrà essere assunto ogni giorno per i primi 6 mesi e per 5 giorni per i secondi 6 mesi.Probabile che molte extrasistoli derivino da uno stato ansioso che mi perseguita da anni...comunque...

Ho ritirato il referto dell'holter e vorrei saperne di più:
Registrazione di 48 ore
Ritmo sinusale FC Media 69 BPM
normale conduzione A-V e I-V
rari battiti prematuri sopraventricolari isolati
frequenti battiti prematuri ventricolari polimorfi isolati, anche con cadenza bi-trigemina
in diverse occasioni ripetitivi in coppie tre triplette
assenza di pause
non modificazioni significative del tratto St-T

Risultati (tutto)

Frequenza cardiaca: 69 bpm; giorno (8.00-21.00) 72 bpm; notte (23.00 - 06.00) 57 bpm; Fc max 121 bpm (cyclette estep) Fc min 38 bpm alle 03.56 di notte; RR max 1720 ms a ore 03.56 di notte; RR min 485 ms a 181.11.06

bradicardia: 0
pause: 0
battiti mancati: 0
episodi ventricolari battiti ectopici: isolati 6427 3,3%; coppie 196 0,1 %; salve: 3 0,0%; totale 6828 Bi& trigemin: 121 & 17 durata totale: 00:12:43 1/a 15:48:17 durata 19 sec 2/a 15.47.00 durata 19 sec 3/a 16:11:13 12 sec;tachicardia: 0

episodi sopraventricolari: isolati 56 0,0% coppie 0; salve 0 Bi & trigemin: 0 tachicardia: 0 instabilità RR:0

grazie e a presto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L 'holter che lei riporta mostra aritmie ventricolari anche ripetitive che necessitano senz'altro di una terapia (iun questo caso l' amiodarone e' un'ottima scelta, purche' si controlli periodicamente la funzione tiroidea).
Solitamente il prolasso della valvola mitralica, sulla cui entita' e' difficile pronunziarsi dal momento che una valutazione oggettiva necessita di una visione delle immagini in movimento e non solo della semplice descrizione, si accompagna soventemente ad aritmie ventricolari anche complesse.
Mi pare dunque che lei sia stato ben inquadrato e ben curato.
Cordialita'
cecchini
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la risposta..però mi pongo alcune domande...

1) E' possibile fare un po' di attività sportiva, chiaramente non agonistica? ogni giorno, comunque, faccio 30 minuti di cyclette
2) Finito l'anno di assunzione farmaco è possibile che non ne abbia poi più bisogno?
3) Quando si ritiene necessaria l'ablazione chirurgica? Potrei averne bisogno in futuro?
grazie ancora e a presto!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
rispondo con ordine:
1- e' possibile fare attivita' fisica se l' ECG sotto sfoprzo dimostra la scomparsa delle aritmie ventricolari man mano che lo sforzo viene incrementato
2- non penso che lei possa rinunciare ad un antiaritmico, ma questo lo decidera' il Collega che la segue
3- le sue sono aritmie ventricolari, per cui l ablazione non ha senso.

Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
salve! avrei ancora un paio di domande:
1) come si coniuga l'attività sessuale con un tipo di aritmia come la mia?
2) è possibile che in futuro l'aritmia regredisca o avrò per sempre bisogno del farmaco?
grazie ancora