Utente 207XXX
Salve Dottore, volevo porle una domanda.
Mio padre verso il mese di Maggio, ha subito un "infarto silente", ed è stato sottoposto ad un intervento di angioplastica, fortunatamente riuscito.
Di conseguenza, oltre all'assunzione di farmaci, gli è stato altamente sconsigliato anche di fumare, in quanto potrebbe causare problemi cardiovascolari o alle arterie.
Dato che è stato fumatore per circa 40 anni, ovviamente riscontra tuttora problemi nel rinunciare a questo vizio (nonostante ciò, non ha più fumato da allora).
Spesso infatti, vedendo altri fumare, si innervosisce in quanto vorrebbe poterlo fare anche lui.
Volevo chiederLe, per ovviare al problema, se invece fosse "possibile" per lui, fumare le moderne "sigarette elettroniche". Ho cercato a lungo nel web, ma vedo molti pareri favorevoli, ed altrettanti contrari.
Volevo sapere da Lei, se effettivamente anche questo tipo di fumo potrebbe causargli dei problemi o meno.
La ringrazio in anticipo per la risposta, sperando di aver posto la domanda nella categoria corretta.
Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le sigarette elettroniche, purche non contenenti nicotina, non sono, alle conoscenze attuali, dannose per il cuore.
Che poi le sostanze che si inalano con questi marchingegni facciano bene, non penso proprio.
L'unico sistema e' di capire che se fuma non solo e' molto probabile che il vaso sottoposto ad angioplastica si richiusa, ma che se ne "chiudano" altri, non solo cardiaci, ma cerebrali, oltre ad esporlo al rischio di cancro.
Dipende, insomma , dal paziente e molto poco da noi
Arrivederci
cecchini