Utente 288XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 30 anni e premetto subito che sono un soggetto molto ansioso...mi piace andare a correre 1 volta a settimana oppure andare spesso in bici più volte a settimana, ma da quando mi sono trasferito da 2 mesi sto facendo una vita un pò sedentaria.
Vorrei ricevere da voi conferme se questo mio disturbo possa o no dipendere dall'ansia o dallo stress, o da patologie reali.
L'altra notte sono andato a dormire e ho accusato un leggero fastidio al torace SX che a volte si estendeva fino al braccio SX e al collo. Mi è salita l'ansia a 1000, pensavo fosse principio di infarto, era come se uno spillo toccasse leggermente il petto, poi però girandomi su di un fianco oppure alzandomi dal letto questo fastidio è scomparso. Ma da 2 giorni accuso cardiopalma ma con battiti assolutamente regolari (media 80 x minuto) e non c'è a mio avviso presenza di aritmia.
Premetto che nella settimana precedente ho avuto problemi sia di stomaco (gastrite) che con l'intestino...con varie nausee e debolezza generale (dico questo perchè sò che potrebbe centrare qualcosa)...in questi giorni quando ho forti emozioni il cuore si fà sentire di più in intensità senza però arrivare alla tachicardia.
Ci si può tranquillizzare perchè a queste condizioni è difficile che si tratti di patologia cardiaca oppure bisogna indagare di più?
grazie per la pazienza

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
I Suoi sintomi sono assolutamente aspecifici e non attribuibili ad un problema cardiaco. E' molto probabile invece una notevole quota ansiosa nell'esagerata percezione della normale attività del cuore.
Ovviamente, tale ipotesi va confermata da una visita "dal vivo", specie se la sintomatologia dovesse ripresentarsi con frequenza.
Cordiali saluti