Utente 290XXX
Egregio dottore, le porgo un quesito di cui probabilmente, le risposte al mio problema già ci sono, ma non sono riuscito coglierle e per questo le scrivo:
circa 1 mese fà, la sera con la mia ragazza mi sono trovato dolorante dopo aver fatto l'amore, a tal punto che non riuscivo nemmeno a camminare, la sensazione era quella di aver preso un colpo ai testicoli (cosa che ci preoccupò entrambi).
Il mattino seguente tutto tornò normale, e fino a 3 giorni fà me nè dimenticai.
Da tre giorni a questa parte avverto un fastidio iniziale al mattino, che matura in dolore col passare del giorno, la sera diventa dolore intenso.
La sensazione è quella di aver la zona bassa , quindi testicolare, come 'compressa', (come se avessi una di quelle conchiglie per proteggersi, in uno sport di contatto troppo stretta)
In fase erettiva durante i rapporti, inizialmente il dolore è sopportabile, ma se prolungata
la cosa si rende impossibile, impedendo inoltre ogni movimento.
Devo dire tra l'altro che soffro, di una 'sensibilità patologica' se cosi posso definirla
in quanto feci Judo per molti anni e presi diversi colpi nella stessa zona, che non hanno mai dato nessun problema in seguito.
Ora non sò se questa sensibilità derivi dalla recondita 'paura' di quel tempo, ma appunto è il mio prima volta che effettivamente fà male (e pensare sopratutto).
In ogni modo nei prossimi giorni devo fare un' ecografia che il mio medico di base mi ha raccomadato.
E' una cosa di cui si deve allarmare, o sono sintomi abbastanza comuni e facilmente risolvibili?
Ringraziandola anticipatamente colgo l'occasione per porgere distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

dal suo racconto sembrerebbe trattarsi di una infiammazione/infezione a livello testicolare che andrebbe confermata sia con la visita che con l'ecografia proposta dal suo medico di base, eventualmente dopo ci ricontatti per aggiornarci.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,ha notizie dello stato prostatico?Ha problemi urinari?Ha mai avuto coliche renali e/o renella?Soffre di sciatalgie?Credo che una visita andrologica sia ineludibile.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Spettabili dottori
Innanzitutto desidero ringraziarvi per la vostra pronta risposta.

A breve l'ecografia dovrebbe dire qualcosa (o quantomeno escludere e circoscrivere)
In effetti proprio oggi un amico (e vostro collega di medicina generale) mi ha consigliato di fare un esame fisico chimico delle urine con coltura microbica, che farò già domattina, per verificare se si tratta di un' infiammazione/infezione.
Per quanto riguarda lo stato prostatico, non ho mai fatto esami veri e propri, ma solo visite che si sono succedute ogni tanto e l'ultima risale a 3/4 anni fà, comunque non ho mai avuto nessun segnale di problematiche in questo senso.
Anche l' urinare non mi crea nessuna difficoltà, non brucia, colore e odore è lo stesso di sempre, calcoli renali, coliche o sciatalgie non ne ho mai avute in passato.
Seguirò senz'altro il vostro consiglio ad una visita piu approfondita e da me sempre revocata.

Ringraziandovi ancora.

Distinti saluti________
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
bene aspettiamo la visita e l'ecografia e nel frattempo esegua un esame culturale dello sperma per verificare se fossero presenti infezioni.

Cordialità
[#5] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Egregi Dott.ri

Eseguita ieri l' ecografia la quale dice: didimo di morfologia e dimensioni nei limiti, modestissimo idrocele sx, testa epididimale di dimensioni aumentate disomogeneamente ipoecogena a dx.
Didimo ecostruttura e dimensioni nei limiti.

Ciò vuol dire che tutto rienta nella normalita ? Che anche se di dimendioni aumentate, lo sono in modo talmente modeste da poter rientrare nella normalità ? (cosi mi hanno + o - indotto a capire)
Devo far notare che proprio da ieri il dolore ha iniziato a diminuire.

Il consiglio in diagnostica è di una visita dallo specialista, (come pure da voi suggeritomi) e anche dal mio medico.
Per quanto riguarda la coltura si tratta delle urine, e ci vorrà ancora qualche giorno per il risultato.
Ringraziandovi ancora

Cordiali saluti_________
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
l'ecografia conferma segni infiammatori sia a sn con il "modestissimo idrocele" sia a dx con "testa epididimale di dimensioni aumentate disomogeneamente ipoecogena" e quindi per valutare se è presente una infezione serve una spermiocultura come già detto in precedenza.

Ancora cordialità
[#7] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Egregi dottori

Dopo le varie esami per verificare infezioni o altro, un trattamento farmacologico durato qualche giorno, a tuttoggi il dolore è del tutto passato, non ho più nemmeno il fastidio che nei giorni successivi ai vari esami sentivo.
Devo comunque prendere un'appuntamento con l' Andrologo , in modo da fare una visita più approfondita in modo che sia più chiara la situazione, anche se altri vostri
colleghi hanno probabilisticamete escluso problemi.

Voglio ringraziarvi per la disponibilità e sollecitudine con cui mi avete risposto, i consigli che mi avete dato in questo periodo, senz'altro ci risentiremo in futuro.

Cordialmente _______
[#8] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...siamo qui.Cordialità.
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
fatta la diagnosi e la terapia, siamo contenti che tutto si sia risolto.

Ancora cordialità