Utente 294XXX
Ho 34 (in agosto 35) anni, mio marito 34. Scrivo in merito alla nostra ricerca di gravidanza, all'incirca da 6 mesi. Adottiamo il metodo billings già da due anni (prima per evitarla). Non essendo giunti a risultati positivi rispetto al concepimento ed essendo non così giovani abbiamo pensato di sottoporci subito a qualche esame che nel mio caso non ha riscontrato nessuno problema, nel caso di mio marito pare di si. L'esito dell'unico sperimogramma fatto a fine febbraio ha dato questi risultati:

Volume: 1.2 mL
Ph: 7,6

N° spermatozoi 72milioni/ml
N° tot spermatozoi eiac: 86.40 milioni
Motilità (%): (60')
PR Motilità progressiva rapida e lenta (a+b) 40
NP Motilità non Progressiva (c) 10
immobili (d) 50

Agglutinazioni spontanee: No

Morfologia : Forme normali (%): 8
Forme anormali : 92
Anomalie alla testa: 51
Anomalie del tratto intermedio: 4
Anomalie alla coda: 8
Anomalie complesse: 29

Cellule spermatogeniche (%) : 2
Eritrociti, Flora batterica, Cristalkli, Cellule Epitel. : assenti
IgGMar Test : Negativo
Test di vitalità (%) 80

Chiaramente mio marito ha intenzione di fare una visita andrologica al più presto perchè i dati della morfologia, volume e motilità (rispetto ai valori di riferimento) sono piuttosto preoccupanti. Tuttavia ho anche letto su alcuni libri che sarebbe necessario fare almeno 2 o 3 test di sperimogramma prima di una diagnosi esatta dei problemi ed a questo punto ci chiediamo se sia più utile, prima della visita andrologica chiedere al medico di base di fare un'altro speriogramma, l'esame di spermocultura e i dosaggio ormonali. Lei cosa ne pensa? In più ci chiediamo se nel frattempo sia il caso d'interrompere la ricerca del concepimento per ritentare con una condizione spermatica più positiva. Diversamente, in queste condizioni, in quali problemi possiamo incorrere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

dai dati riportati secondo i criteri WHO 2010 l'esame di suo marito è nella norma, tuttavia un esame seminale deve essere interpretato secondo dati statistici mentre è essenziale intraprendere una visita andrologica per valutare se esistono patologie in grado di interferire sulla fertilità.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

l'esame seminale fatto da suo marito mostra parametri non normali ma compatibili con una adeguata capacità fecondante.
In un caso come il vostro ( i suoi 35 anni) possono esser un problema io consiglio di ripetere l'esame seminale almeno un'altra volta per vedere se i dati alterati siano confermati o smentiti, farei contemporaneamente una spermiocoltura con antibiogramma, anche per mycoplasma e Chlamydia,
Con queti valori del liquido seminale gli esami ormonali ci possono dire poco. Una visita andrologica è fondamentale
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Ringrazio entrambi i dottori. Abbiamo preso un appuntamento con un andrologo specializzato anche in Patologia della riproduzione, nel frattempo eseguiremo gli esami consigliati.
Ho letto che anche l'esame del mineralogramma del capello è molto utile per entrambi, spero non sia una bufala.

Nel frattempo ci consigliate di astenerci dai rapporti o no?

Grazie di cuore!
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
continuate ad avere i vostri rapporti sessuali, mentre per il mineralogramma del capello io soprassederei.

Ancora cordialità