Utente 294XXX
Salve,
sono un ragazzo di 18 anni che da almeno 3 anni pratica la masturbazione, in 2 modi: normalmente cieo da solo per i fatti miei, ma sopratutto davanti a siti pornografici, negli ultimi mesi ho iniziato a masturbarmi di meno tipo prima del primo gennaio di quest anno (1/01/2013) me ne facevo una al giorno quasi sempre, dal inizio di quest'anno in poi ho cominciato a farmene una ogni 5 giorni se andava bene diciamo che volevo togliermi il vizio per cosi dire. il problema e cominciato una settimana fa: il giorno dopo la mia ultima masturbazione che e stata sabato marzo 02/03/2013 ho notato che nel arco di 3-4 giorni il mio pene non aveva mai raggiunto la completa erezione (in questi 3-4 giorni non mi sono mai toccato) cosi preoccupato ho provato a masturbarmi (non davanti a siti pornografici da solo per i fatti miei) solo per vedere se il mio pene riusciva ancora raggiungere la piena erezione, ma cosi non e stato non so se per un fatto psicologico visto che in quel momento quando ho eiaculato ero un po sconvolto dal fatto che il mio pene non raggiungeva la piena erezione, fatto sta che sui siti pornografici ho smesso di andarci per sempre ma cosi da solo per i fatti miei mi sembra proprio di non riuscire a raggiungere la piena erezione. qualcuno puo dirmi se si tratta solo di un problema psicologico? o se col continuo masturbarmi sono arrivato al punto di diventare impotente? o se magari col continuo eccitarmi sui siti pornografici adesso da solo per i fatti miei non riesco più a raggiungere la piena erezione mentre mi masturbo???

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la masturbazione,non accanita,non può portare alla impotenza.La pornografia sul web,però,non è detto che debba necessariamente dar luogo ad un'erezione ottimale,analogamente alla eccitazione provocata da una partner reale e non fantasmatica.Gli aspetti psicologici sono scontati ma,prima di entrare in una spirale di visite etc.,proverei a distaccarmi dalla valutazione razionale e far prevalere l'istinto.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dottore cercherò di agire di più seguendo l'istinto come dice lei, anche se penso che il mio modo di masturbarmi si stato abbastanza accanito e quindi mi abbia potuto portare verso l'impotenza. tornando sul discorso del impotenza o no. questa settimana ho avuto l'occasione di passare del tempo con diverse partner e diciamo che quando ero con loro, anche se non ho avuto nessun rapporto sessuale con queste donne mi sentivo molto eccitato, sentivo in quel momento di avere una grande erezione che non sentivo da un po, quindi immagino di non essere impotente. spero di aver passato questi giorni di impotenza (mentale non reale visto quello che e successo con quelle donne) per via dello stress causato dagli sport che faccio cioè palestra (pesistica) e boxe, intendo che magari la fatica provocata da queste 2 cose, insieme alla scuola mi abbia fatto passare un settimana molto affaticata e basta, e che mi abbia spinto a pensare di essere in potente, lei cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il dispendio calorico di un rapporto sessuale è pari a quello legato alla salita di due rampe di scale,quindi...per tutti e per Lei...irrisorio.Non si meravigli della normale risposta erettile che avviene quando non si trova nelle condizioni di dover esercitare il coito,espressione di chiaro impegno psicogeno.
Se no riesce a superare questo gap psicologico,credo sia necessario consultare uno specialista.Cordialità.