Utente 295XXX
Salve, oggi ho avuto i risultati dei test per la sifilide, il mio medico curante non ha saputo ben interpretare i dati e quindi, in attesa della visita dal dermatologo, chiedo a voi cosa ne pensiate:

LUE VDRL Positivo 1:64
LUE TPHA 1:40000
Lue screening IgG/IgM Positivo

LUE WESTERN BLOT Igm

17 kd Negativo
15 kd Negativo
45 kd Positivo
47 kd Debolmente positivo
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Pur nella incompletezza dei dati è certo che sia affetto da sifilide non troppo recente.Per meglio datarla il suo dermovenereologo approfondirà. Anche ridosando le IgM e aggiungendo esami , oltre alla necessaria visita e anamnesi
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore della sua risposta.
Le vorrei chiedere in che senso i dati sono incompleti, inoltre mi può spiegare cosa indicano i valori 17 kd, 15 kd ecc... del test western blot?
Infine vorrei sapere se di solito in questi casi si debbano fare più cicli di antibiotici oppure se ne basti uno solo.
La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Dati incompleti per quanto riguarda la possibilità di comparazione per una stadi azione e follow up.in parole povere questa è la fotografia di un momento che deve poi essere valutato in maniera dinamica.ma a questo penserà poi il suo dermatologo. I dati sui kd sono relativi all'aspetto tecnico del test che è una immunofissazione , ed ha substrati complessi per gli anticorpi. Non è infrequente fare più cicli , ma dipende da come risponde al primo ciclo .
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottore, il dermatologo a seguito della visita ha ritenuto di non farmi effettuare nuovi esami essendo più che chiaro che fossi affetto da sifilide secondaria. Mi ha prescritto eritrocina 1000 in bustine per sette giorni e doxicillina una volta a settimana per tre settimane (mi faranno le flebo direttamente in ospedale).
Io sapevo che la terapia standard fosse a base di penicillina, cosa ne pensa della terapia che mi è stata prescritta?
Un'ultima domanda: ci può essere contagio anche con un semplice contatto con la mia epidermide? non vorrei mettere a rischio la salute della mia famiglia...
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Certamente e' più che chiaro. La terapia è alquanto strana, a meno che non sia allergico alle penicilline (farmaco di prima scelta) o che si sospetti anche altri microorganismi e si voglia non mascherare e allargare lo spettro di azione. Flebo poi.....
Mah...molto Mah..
Per contatti epidermici nessun problema e inoltre dopo qualche giorno di terapia non sarà più infettante.
Cordialità
[#6] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per avermi tranquillizzato riguardo ai contatti epidermici.
Per quanto riguarda la terapia, non mi hanno nemmeno chiesto se fossi allergico alla penicillina e, se non ricordo male, hanno detto che per prassi preferiscono fare la flebo per poter controllare eventuali reazioni allergiche. Comunque nonostante questo, pensa che la terapia possa avere successo ugualmente? O ci sono minori possibilità di successo?
Grazie mille per la sua disponibilità.
[#7] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Si tratta di farmaci attivi , sia pure non di prima scelta per quel genere di microorganismo.
Fare flebo per controllare reazioni allergiche a quelle molecole...mi sembra ancora più strano.
Comunque ci faccia sapere.
Cordialità
[#8] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Allora quando comincerò la cura in ospedale chiederò maggiori informazioni ai medici su questa terapia.
A presto.
[#9] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Salve stamani ho iniziato la terapia in ospedale e ho da fare qualche precisazione: mi hanno fatto lì due iniezioni di penicillina, mentre per quanto riguarda la flebo si trattava di semplice soluzione fisiologica, nelle prossime due settimane mi faranno le restanti iniezioni.
Per quanto riguarda la penicillina, è normale avere reazioni tipo estrema debolezza e anche febbre?
[#10] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Ah, la cosa allora è completamente diversa.
Quello che riferisce sembra congruente con una reazione di jarish- Heixmeier ,dovuta alla lisi improvvisa delle spirochete che si tratta con vari accorgimenti terapeutici.
Non è chiara la flebo di fisiologica , così come i precedenti discorsi su diversi atb e tutto il resto.Un po'tutta la gestione della cosa...
Cordialità