Utente 296XXX
Egregi dottori,
ho subito un intervento di frenuloplastica a novembre 2012, l'intervento è riuscito senza nessuna complicazione. In seguito alla caduta dei punti e alla completa cicatrizzazione della ferita mi sono reso conto che urinando il getto non è più unico ma è diviso in due getti, stessa cosa accade nell'eiaculazione. Analizzando il meato esterno mi sono accorto che l'orifizio presenta un sottile lembo di tessuto che lo divide quasi a metà. Sono quasi tentato di forzarlo perché dà l'impressione di essere davvero sottile e delicato ma temo che, siccome la zona è piena di terminazioni nervose, non riuscirei a controllare la più che plausibile fuoriuscita di sangue. Esiste la possibilità di evitare di tornare in sala operatoria? Quali consigli mi date? (Oltre a quello di farmi visitare dal mio andrologo).
Grazie
Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore, si faccia rivedere dall'andrologo che ha effettuato l'intervento, a volte anche passando un semplice catetere le briglie aderenziali e cicatriziali che si sono formate si posso lacerare in modo abbastanza semplice.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dott.Vicini,
Innanzitutto la ringrazio per il velocissimo riscontro.
A suo parere in quella zona il rischio di sanguinamento è molto elevato?
Grazie ancora
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Può sanguinare ma in genere il sanguinamento è modesto.
Rinnovo i saluti.