Utente 264XXX
Buonasera,
Ho 38 anni con un padre deceduto per un ictus a 65 anni, che ha anche avuto un infarto a 50 anni circa ed un nonno, sempre paterno, deceduto per problemi cardiovascolatori a seguito di un operazione di bypass.
Ora già' nel 2010 , a seguito di attacchi di panico, feci delle analisi dei lipidi i cui esiti sono stati:
Colesterolo tot 218
Hdl 52
Trigliceridi 122
Successivamente, a dicembre 2013 ho fatto altre analisi con i seguenti risultati:
Colesterolo tot 217
Hdl 45
Ldl 147
Trigliceridi 190
Si rappresenta che in quest'ultima occasione feci le analisi alle 7 di mattina avendo mangiato alle 22:30 c.a. Con pasta ed hamburger.
Dopo circa 3 mesi di dieta ad hoc studiata da una dietologa, con un ritmo di 2 partite di calcio + una corsa di circa 40 min alla settimana, ho fatto una settimana fa gli esami con i seguenti risultati:
Colesterolo tot 185
Ldl 117
HDl 57
Trigliceridi 59
Sono anche dimagrito 7 kg ed ora però 71 kg con un' altezza di 1,79 cm.
La pressione e' non supera quasi mai I 130/70, sono bradicardico con una media di 40 Btm.
Sono 3 anni che faccio una visita cardiologica all'anno con elettrocardio, eco cardio ed holter cardiaco ( ho anche fatto nel 2010, 2011 e 2012 l'esame sotto sforzo e nel 2011 l'ecodoppler), esami che non hanno rivelato patologie se non la bradicardia, monitorata con l'holter e qualche isolato battito ectopico ventricolare nel 2011, perché' all'esame del 2012 non sono stati rilevati battiti ectopici ventricolari ma solo sopra ventricolari.
Mi chiedevo se i nuovi valori lipidici sono buoni ( la cardiologa e' rimasta molto soddisfatta) o se, vista la familiarità', io debba contenere il. Colesterolo ldl al di sotto dei 100??
Vi ringrazio anticipatamente e Vi saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I suoi valori sono perfetti.
Complimenti per il successo. Continui cosi
Cordialita
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Preg.mo Dott. Cecchini,
La ringrazio vivamente.
Proseguirò il regime alimentare fino ad ora seguito, praticando con la stessa frequenza l'attività sportiva.
Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,
come promesso nel mio ultimo messaggio del 27.05.2013 ho "tentato" di mantenere lo stesso regime alimentare.
Ovviamente, non sono riuscito a mantenere la medesima rigidità, per cui ho rispettato 3/4 giorni su 7 la dieta ipocolesterolemica, mentre nei restanti giorni...diciamo...mi sono concesso una libertà nel mangiare e bere (sono un appassionato - ahimè - di vino).
Ho ripetuto recentemente (giovedì 29.05 u.s.) le analisi del sangue (presso una clinica privata "Villa Stuart" e non all'Istituto Ospedaliero della volta precedente "Gemelli") con i seguenti risultati:
Colesterolo totale 201 (la volta prima 185 - quella ancora prima 217)
HDL 53 (la volta prima 57 - quella ancora prima 47)
Trigliceridi 72 (la volta prima 59 - quella ancora prima 190)
LDL non calcolato direttamente (la volta prima 117 - quella ancora prima 147).
Ora, mi pare di appurare che facendo il calcolo indiretto del LDL il risultato sarebbe di 133,6.
Mi pare tuttavia strano che, applicando la formula indiretta venga ora un risultato superiore di LDL rispetto al valore di LDL che risulterebbe utilizzando la stessa formula indiretta quando ho avuto il totale a 217 , i trigliceridi a 190 e l'HDL a 47!
Sembrerebbe che avere i trigliceridi alti sia meglio.
Ad ogni modo, al di là della semplice curiosità circa l'efficacia del calcolo indiretto del LDL, Volevo avere un consulto circa gli ultimi risultati, posto che, come già detto nel mio ultimo messaggio, ho 39 anni, pratico una buona attività fisica (2/3 volte alal settimana, alternata tra corsa e calcio), ho smesso di fumare 4 anni fà, mio padre è deceduto per un ictus a 65 anni (avendo avuto un infarto a 50 anni) e mio nonno è deceduto a 72 anni per un mal riuscito intervento di by-pass.
In attesa di un Vs cortese riscontro, porgo,
Cordiali Saluti,
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi pare che abbia degli ottimi esami
Non ci si fissi sopra in maniera ossessiva
Cordialità
[#5] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012


Egr. Dott. Cecchini,
La disturbo ancora Una volta per chiederle un consulto.
Nell'ottica dei controlli annuali a cui mi sottopongo, ovviamente sempre previa indicazione della mia cardiologa di fiducia (stante la familiarita' con mio padre - morto a 65 anni per ictus e con un infarto a 50 anni - e mio nonno -morto a 72 anni per un errata operazione di bypass -,ed anche per monitorare la Mia bradicardia, ho eseguito, a meta' maggio di quest'anno, un esame holter cardiaco da cui e' emerso - in fase notturna - un ritardo atrioventricare (bav di 1*) con fasi di bav di 2 grado di tipo luciani - weckenbach senza pause significative e n. 2 extrasistole ventricolari. Tenga conto Che questo e' il 3 holter che faccio dal 2011, il primo in un ospedale diverso dopo 2 nella stessa struttura, ed e' la prima volta che mi viene riscontrata questa anomalia.
Allarmato mi sono rivolto subito alla mia cardiologa, la quale mi ha rassicurato dicendomi che si tratta di una cosa tipica degli sportivi,ha poi esaminato l'extrasistole ed anche su quelle mi ha tranquillizzato.
Tenga conto che una settimana prima di ritirare il referto holter mi sono sottoposto ad una visita cardiologica completa presso Villa Stuart,con ecg basale e sotto sforzo, che hanno dato esito negativo senza la rilevazione di alcuna aritmia, anzi incassando i complimenti della cardiologa sui tempi di recupero manifestati e sullo stato di forma.
Ovviamente dopo che la mia cardiologa di fiducia mi ha rassicurato e mi ha detto di continuare l'attivita' sportiva ho proseguito nel praticare sport.
Tuttavia, il pensiero di quella anomalia riscontrata nell'ultimo holter non mi ha abbandonato, anche in considerazione della mia natura di ansioso.
Dopo circa 2 anni di assenza di problemi gastrici, mi e' tornata la gastrite e, soprattutto, ho ricominciato ad avvertire le extrasistole ed i tuffi al cuore (anche questo del tutto assenti da oltre 1 anni) c.a. 2/3 al giorno, in particolare ora che sono in vacanza.
E proprio in questi giorni di relax, che si sono acuiti i disturbi gastrici, nodo in Gola, sensazione del battito del cuore in Gola, soprattutto da sdraiato, oltre alle extrasistole che ora percepisco 2/3 volte al giorno.
A tutti questo aggiunga anche una maledetta sinusite che mi fa stare perennemente in apnea e con il fiato corto.
Stamattina, durante una corsetta di circa 45 min ho percepito 1 extrasistole, cosa insolita che mai mi era capitato durante l'attivita sportiva.
Non faccio altro che pensare a questo benedetto Bav, al fatto che tutto sommato e' vero che sono 2 anni che pratico sport, ma in realta' non a livelli agonistici, mi limito ad 1 partita di calcio ed 1 o 2 corsette a settimana.
Prima di sapere di questa cosa mi sentivo benone, non avvertivo extra e problemi di gastrite da quasi 2 anni, ora sono tornato ad avéré i problemi di 1 volta, oltremodo peggiorati.
Ho anche il terrore di avere la fibrillazione atriale (che aveva Mio padre), continuo a misurarmi il battito in continuazione,che tuttavia, essendo bradicardico, difficilmente supera i 60 bpm e che francamente sento sempre regolare.
Non so se ritornare dalla Mia cardiologa o rivolgermi ad un aritmologo.
Se le extrasistole ed il fiato corto dipendano dal bav o da altri problemi cardiaci o dall'ansia.
Anche in merito al bav, ho paura di approfondire la questione, non vorrei che mi dicessero di dovermi impiantare un peacemeaker.
Avrei bisogno di un Suo prezioso consulto,
Nel ringraziarla porgo i miei piu,
Distinti saluti

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi , io ritengo che lei abbia bisogno di un supporto psicologico e non certo di un cardiologo.
Gli episodi di blocco AV di tipo 1 ( LW) sono normali in persone che pratichino costantemente attivita fisica.
Il Pace maker non so chi glielo abbia messo in testa, ma sicuramente qualcuno che non Sa niente di medicina ne' tantomeno di cardiologia.
Le ho già consigliato di smetterla di preoccuparsi di esami normali.
La saluto
[#7] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Dottore,
come sempre Lei mi rassicura.
Sull'assistenza psicologica sono d'accordo con Lei, a settembre provvedero a rivolgermi ad uno specialista, spero mi aiuti a risolvere questi problemi di ansia e di fobia di avere problemi cardiaci.
La ringrazio infinitamente, soprattutto Mia moglie che ora mi vede sereno.
le porgo i miei saluti.