Utente 237XXX
Salve,
sono stato operato circa un mese fa di varicocele sx di 3° grado per via percutanea, con occlusione delle vene tramite spirali, esattamente tre, senza sostanza sclerosante. La prima settimana dopo l'intervento ho avuto forti dolori alla schiena, in corrispondenza delle spirali. Ad oggi i dolori sono quasi scomparsi, però mi capita di avvertire saltuariamente delle fitte. Inoltre il "gomitolo" di vene è ancora presente nello scroto ed avverto un senso di pesantezza. Volevo sapere se tutto ciò è normale, se il "gomitolo" scomparirà o è già segno di recidiva e se è sconsigliata l'attività fisica con sollevamento pesi.
Ringrazio per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'attività fisica per qualsiasi tipo di metodica di varicelectomia è sconsigliata fino ad un mese circa dall'intervento, la sensazione di pesantezza e di avvertire una sorta di "gomitolo" a livello scrotale rientra nella norma, tuttavia potrebbe a scopo cautelativo eseguire un'ecodoppler di controllo e poi, se lo desiderasse, può farci sapere.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore,
la ringrazio per la risposta e colgo l'occasione per aggiornarla. Ho ripetuto l'ecodoppler a distanza di un mese dall'intervento e purtroppo il varicocele è esattamente lì (3° grado a sinistra); la situazione non è migliorata, nè tanto meno cambiata. Sono molto avvilito. In questo caso si parla di recidiva o di intervento non riuscito?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
ormai la letteratura scientifica è concorde nell'affermare che in un caso come il suo non sono state legate tutte le vene, quindi in poche parole significa che l'intervento non è riuscito.

un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Sono stato operato per via percutanea quindi non ci sono state legature. Mi chiedo come il chirurgo non si sia accorto della vena da chiudere con altra spirale. Fra quanto tempo potrò sottopormi ad un nuovo intervento? Il metodo percutaneo è ancora valido? Cioè se chiudo una vena e se ne apre un'altra, chiudo anche questa e se ne apre un'altra, da profano, non si esauriranno prima o poi le vene?
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
ogni specialista in base alla sua esperienza ed ai dati della letteratura adotta una metodica chirurgica, nel suo caso sembra non aver dato risultati soddisfacenti.

Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio. Poiché dovrò programmare un secondo intervento e spero sia quello definitivo, a questo punto, è il caso di cambiare tipologia con l'operazione classica con legatura o una seconda per via percutanea?
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
premesso che dipende dal chirurgo interpellato, personalmente ritengo migliore la tecnica classica con legatura.

Cordialità
[#8] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Intende quella in microchirurgia? E' dolorosa? In settimana mi informerò sul da farsi.
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
non è dolorosa e dopo una decina di giorni le tolgono i punt.

Cordialitài