Utente 638XXX
Mia figlia ha 25 anni e ha eseguito un esame delle urine dal quale è risultata la presenza di tracce di emoglobina e U-Eritrociti = 20. Inoltre, poiché era carente di vitamina D aveva assunto fiale di DIBASE e nell'esame del sangue è risultato un valore di 1,25 DIIDROSSIVITAMINA D pari a 253,4 quindi di molto superiore al valore di riferimento di 168. Cosa è opportuno fare per l'emoglobina nelle urine? Cosa significa che gli Eritrociti sono uguali a 20? Visti gli alti livelli di vitamina D è opportuno interrompere la somministrazione di DIBASE? Vi possono essere problemi per i valori elevati di vitamina D nel sangue? Grazie!
[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Tracce di emoglobina possono essere presenti nelle urine delle giovani donne per esempio nel periodo peri mestruale. Ripeta quindi l'esame tra qualche giorno. Se la presenza dovesse persistere sarà utile eseguire una ecografia dei reni e delle vie urinarie insieme ad un esame urine con antibiogramma. Per quanto riguarda l'assunzione della vitamina D non c'è motivo di continuare a prenderla. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 638XXX

Iscritto dal 2008
Mia figlia ha ripetuto l'esame delle urine 15 giorni dopo il periodo mestruale e non vi era più presenza di emoglobina; tuttavia il valore dei LEUCOCITI era 1+. Cosa significa?