Utente 300XXX
Salve,

da diversi anni (circa 8) soffro di un disturbo simile all'allergia, con starnuti, bruciore agli occhi, continua secrezione nasale. Non è stagionale ma perenne. Ho fatto diversi test per le allergie tutti negativi ed un esame endoscopico.
Il mio medico di base come ultima cosa mi consigliato di eseguire l'ASA test perchè secondo lui potrei essere intollerante all'acido acetilsalicilico e di provare a fare una dieta per 10 giorni senza quei cibi che ne contengono alte concentrazioni.

Potete indicarmi dove eseguire questo test nella provincia di venezia?

Grazie
Davide

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
perdoni il ritardo con cui rispondiamo.
Onestamente non vedo per quale motivo si debba pensare, in presenza di un quadro clinico di rinite persistente non stagionale, a una forma di intolleranza ai salicilati. Non riesco inoltre a comprendere cosa intenda il Suo medico curante con «ASA test».
Per orientarsi sarebbe utile conoscere ulteriori dettagli, in particolare:
- quali test sono stati eseguiti e com
- il referto della rinoscopia.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore per la risposta,

Il referto dell'endoscopia:
Fosse nasali: marcata ipertrofia dei turbinati senza evidenti poliposi
Rinofaringite: presenza di abbondante scolo nasale posteriore di secrezione mucopurulente
Orofarnige: lieve ipertrofia dell'ugula, il resto nella norma
Ipofaringe e Laringe: nella norma

Altri esami eseguiti:
S-Ige totali: 3 su 0-150
Spirometria: nella norma
metacolina: negativo per reattività bronchiale
rinomanometria: nella norma
IgE specifiche (varie erbe/piante/latte/pesce/verdure/ecc ):
tutte inferiori a 0,10 dove
sensibilizzazione 0,10 - 0,35
moderato 0,35 - 3,50
alto 3,50 - 50
elevato 50,0 - 100
molto elevato >100

non so più cosa fare ma il problema persiste.
Grazie e saluti
Davide


[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Purtroppo questi dati non permettono particolari commenti, poiché confermano la diagnosi di rinosinusite senza individuarne i fattori in causa: non si può ancora escludere, infatti, la possibilità di una forma allergica (seppur con IgE negative, anche se non ha fornito un elenco completo, in particolare per quanto riguarda gli allergeni perenni).
Il referto della rinoscopia risulta incompleto perché non vi è accenno all'aspetto della mucosa. Non ci ha detto poi come stava quando ha eseguito tale esame. Non sappiamo se ha fatto terapie specifiche, come le ha fatte e come ha risposto...
Esistono poi altre sfumature della valutazione clinica che hanno una certa importanza, come ad esempio il fatto di conoscere la capacità di un collega nella valutazione di un problema specifico, così come ad esempio succede per la manualità del chirurgo. Capirà bene che per un'opinione "come si deve" è sempre necessaria la visita diretta, reale.
La mia IMPRESSIONE personale, dato che non ha ancora risolto il problema, è che potrebbe essere opportuno ripartire da capo con una valutazione ORL (rinoscopia, citologia nasale) in fase acuta e l'eventuale ripetizione dei test allergologici per allergeni perenni (in vivo e/o in vitro) se i nuovi reperti lo indicassero.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio per la risposta,
eventualmente lei in che strutture riceve?

Grazie e saluti
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
E io La ringrazio per la fiducia ma, come Le ho già detto, a mio avviso Lei ha bisogno di un bravo specialista ORL, esperto nella valutazione/gestione medica (piuttosto che chirurgica) delle riniti.
Saluti,