Utente 287XXX
Buongiorno, un mio parente (61anni) è affetto da cancro alla prostata e le possibilità prospettate sono due o la radioterapia ma non debella completamente il male o l'asportazione totale della stessa con intervento in anestesia completa il problema è che è stato operato al cuore con angioplastica e ha avuto un infarto 4 mesi fa, voi dalla vostra esperienza che strada consigliate di intraprendere?grazie tante

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Una approfondita valutazione preoperatoria cardiologica e anestesiologica per valutare la fattibilità dell'intervento in anestesia generale (più probabile) o con blocco centrale valutando la classe di rischio perioperatorio. Passo praticamente obbligato prima di effettuare qualsiasi intervento. Se c'è l'indicazione chirurgica mi sembra che altre alternative terapeutiche (radio/chemio) da sole non possano portare a risultati sicuri, ma se mai complemento all'intervento. Eventuale risveglio postoperatorio in ambiente protetto come la terapia intensiva.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Ok grazie ... avendo un assicurazione che ricoprirà parte dei costi c e la fortunata possibilità di poter usufruire di una struttura ospedaliera a scelta mi sa indicare la migliore in Italia ?
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
No, mi spiace, la sua regione è comunque d'eccellenza al riguardo. Valuti anche la possibilità di effettuarlo in una struttura pubblica in parziale regime di convenzione.
Saluti