Utente 302XXX
Illustre dr. Beretta mi rivolgo a lei in quanto un mio parente e' un suo paziente e mi ha parlato molto bene di lei descrivedola come un medico molto competente.
le illustro la mia situazione:
9 anni fa ho avuto una prostatite che fortunatamente sono riuscito a curare dopo due cure di ciproxin 500, e dell' assunzione di supposte topster.
da quella volta non ho più avuto ne problemi ne fastidi. effettuo ogni anno una visita di controllo il cui risultato e' sempre negativo.
l' unico segno che ho e' la presenza di alcune calcificazioni prostatite viste per via sovrapubica, per altro completamente asintomatiche.
il dubbio che mi perseguita e' questo: il fatto di aver avuto una prostatite 9 anni fa curata con successo mi predispone ad avere altre prostatiti in futuro? c'e' una maggiore predisposizione ad avere infezioni?
oppure a distanza di tutti questi anni ho le stesse probabilità di avere una prostatite di uno che non l'ha mai avuta?
spero in una sua risposta che mi faccia un po di chiarezza.
la ringrazio anticipatamente della sua disponibilità' e Leauguro una buona giornata
distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

una infiammazione della prostata, avuta 9 anni fa e non più ripresentatisi, non predispone in modo significativo ad una recidiva, cioè non aumenta la "predisposizione ad avere altre prostatiti".

Detto questo bisogna sempre stare attenti a che non si verifichino nuovi episodi di infiammazione delle vie uro-seminali e quindi a non commettere gli stessi errori che in passato hanno scatenato il problema.

Se desidera comunque avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html,

http://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
grazie per la risposta, per cui non esistono studi che dimostrano una maggiore predisposizione ad avere una ricaduta, sopratutto a distanza di tutti questi anni?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esatto!
[#4] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
un ultima domanda, urinando dopo aver avuto un rapporto sessuale, riduce il rischio di contrarre infezioni?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

non confidi in modo assoluto su tale pratica post-coitale.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
grazie per le risposte, che ho letto solo ora.
un ultima domanda,
lei nella sua esperienza clinica, ha visto prostatiti che una volta debellate non si sono mai più ripresentate? ( se fatta una corretta terapia?)
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, questa è un'esperienza comune a molti urologi ed andrologi che lavorano su queste problematiche.

Ancora cordiali saluti.