Utente 304XXX
Buongiorno, ho effettuato una visita specialistica con ecografia e doppler che ha evidenziato tra le altre cose un varicocele sinistro di 2°, di seguito il referto completo:

Didimi bilateralmente in sede: valori biometrici nei limiti.
Non lesioni focali del pachiderma ghiandolare bilateralmente.
Epididimi nella norma, si evidenziano piccole cisti di 5-7mm di diametro bilateralmente senza significato patologico.

Al segnale color-doppler si rileva la presenza a sinistra di reflusso venoso spermatico, a media velocità, di tipo basale respiratorio, con rinforzo sotto Valsalva.

Nulla da segnalare a destra.

Conclusioni: Varicocele sinistro di 2°.

Al che l'urologo mi ha detto che per prima cosa andava eseguito uno spermiogramma il cui risultato non è stato il massimo:

Aspetto: Avorio opalescente
Quantità: 2,0 mL [2,0 - 6,0]
Viscosità: Aumentata
Liquefazione: Incompleta
PH: 7,4 [7,2 - 8,00]
E.Microscopico: Rari leucociti
N°Spermatozoi: 34 x10^6/mL >20
Mobilità totale (2h): 20 % >50
Mobilità rapida (2h): 5 % >25
Forme normali: 22 % >30
Anomalie testa: 52 %
Anomalie collo: 11 %
Anomalie coda: 15 %

Purtroppo non è riportato altro, quindi non so se segua i parametri WHO 2010.

Lo spermiogramma è stato eseguito presso presidio ospedaliero pubblico, non so se posso specificarne il nome.

Vorrei anche segnalare che purtroppo durante la fase di raccolta un seppur modesto getto iniziale è andato perso (se dovessi quantificare direi massimo un 15%).

Viste queste premesse, immagino abbia senso ripetere l'esame? Se si visto lo spermiogramma consigliate di ripeterlo presso lo stesso ospedale o è meglio rivolgersi ad un altro laboratorio? In caso esiste un elenco di laboratori (possibilmente convenzionati) che seguono i parametri WHO 2010?
Visto il referto dell'ecografia è possibile che le alterazioni siano dovute al varicocele di 2°? La perdita avvenuta durante la fase iniziale della raccolta può aver influito molto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
un varicocele di 2° grado ecodoppler assai difficile che dia problemi allo spermiogramma, che va assolutamento rifatto vista la perdita di campione. Lo spermiogramma è ben fatto (WHO 1999).
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio, allora provvederò ad effettuare il nuovo spermiogramma e vi terrò aggiornati sul risultato.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
<>A disposizione a ricevere sue nuove.
[#4] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno, scrivo per aggiornarvi. Ho eseguito un nuovo spermiogramma presso lo stesso laboratorio, purtroppo la mobilità è diminuita ulteriormente mentre gli altri parametri sono rimasti simili se non migliori (specialmente la morfologia), di seguito la trascrizione:

Aspetto: Avorio opalescente
Quantità: 2,0 mL [2,0 - 6,0]
Viscosità: Normale
Liquefazione: Completa
PH: 7,2 [7,2 - 8,00]
E.Microscopico: Presenza di spermatidi
N°Spermatozoi: 28 x10^6/mL >20
Mobilità totale (2h): 8 % >50
Mobilità rapida (2h): 0 % >25
Forme normali: 45 % >30
Anomalie testa: 30 %
Anomalie collo: 15 %
Anomalie coda: 10 %

L'esame è stato effettuato una settimana dopo il primo spermiogramma, il numero di giorni di astinenza era lo stesso, ovvero 3 e qualche ora.
Questa volta il campione è stato raccolto a casa e trasportato in laboratorio entro 30/40 minuti cercando di mantenere il contenitore al caldo avvolgendolo in un maglione (Ad ogni modo non è che facesse particolarmente freddo).

La presenza di spermatidi può essere considerata normale o è indice di qualcosa?

Mi sembra di capire che è normale che il liquido seminale sia fortemente variabile tra un esame e l'altro, però questa scarsa mobilità (peggiorata) mi spaventa un po'.

Io e la mia compagna abbiamo entrambi 25 anni e al momento non siamo in cerca di figli, lo dico perchè mi sembra di capire che la maggior parte delle persone che effettua lo spermiogramma lo fa perchè ha riscontrato difficoltà nel concepire, e di conseguenza la maggior parte delle terapie mi sembra che siano mirate appunto a raggiungere tale fine piuttosto che risolvere il problema a monte.

Come consigliate di procedere in questi casi, ovviamente nei prossimi tempi mostrerò l'esito degli esami all'urologo che me li ha consigliati.

Vista la penso giovane età mia e della mia compagna, quanto tempo possiamo permetterci di aspettare prima di interessarci alle eventuali procedure di procreazione assistita e/o altro? (Nel senso, col tempo la situazione peggiora oppure possiamo attendere?)

A questo punto, il varicocele di 2° illustrato nel mio primo messaggio potrebbe meritare un intervento di correzione? Nel caso esiste qualche altro esame da fare per escludere altre cause o confermare il varicocele come causa?

Vi ringrazio

P.S. Non so quanto possa influire ma non fumo e non bevo alcolici
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quello che insospettisce è il 45% di forme normali: troppe. Sicuro che il campione non sia statato lasciato da qualche parte prima dell' esame? Quello spiegherebbe anche la lentezza spermatica. Come già detto quel 2° grado è veramente poco per chirurgia. Senta collega che dice.
[#6] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Purtroppo non ho modo di sapere le modalità con cui è stato esaminato il campione. So solo che dalla raccolta alla consegna al tecnico, presso proprio il laboratorio, sono passati circa 40 minuti. So che hanno controllato che fosse presente l'ora della raccolta, quindi mi sono sembrati scrupolosi, poi non so se abbiano lasciato il campione in attesa per troppo tempo.

Ad ogni modo oggi sono tornato dall'urologo che dopo aver visto i due spermiogrammi mi ha detto che anche secondo lui la mobilità ridotta potrebbe dipendere almeno in parte dal troppo tempo passato prima di esaminare il campione, in particolare tenendo conto che il primo spermiogramma effettuato in ospedale riportava comunque una mobilità superiore rispetto a quello raccolto in casa.

Ha detto anche che il varicocele di 2° grado almeno per ora non è da operare e mi ha prescritto bioarginina 0,5 a giorni alterni per 3 mesi. Fatta la cura è da ripetere lo spermiogramma presso lo stesso laboratorio per vedere se ci sono miglioramenti.

Che dite è la strada giusta?

Vi ringrazio.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Mi pare ok. Bravo collega.
[#8] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr. Cavallini, la ringrazio per le sue risposte, volevo approfittare della sua gentilezza un'ultima volta: che lei sappia esiste un prodotto equivalente a bioarginina ma in compresse? Mi sembra di capire che il principio attivo sia l'aminoacido L-arginina g 1,66 posso quindi richiedere un qualsiasi integratore con quelle dosi o è necessario che sia proprio il flaconcino di bioarginina?
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
gli integratori fan solo casotto, pardon mi è scappata. Usi il farmaco puro, almeno sa cosa prende.
[#10] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr. Cavallini, sono passati 3 mesi, ho quindi terminato la cura di Arginina e ho ripetuto lo spermiogramma, che purtroppo mi pare abbastanza simile al primo. Anche questo è stato effettuato presso lo stesso laboratorio, con raccolta in loco (al contrario del secondo, la cui raccolta del campione era avvenuta a casa). Di seguito il risultato:

Aspetto: Avorio opalescente
Quantità: 3,0 mL [2,0 - 6,0]
Viscosità: Aumentata
Liquefazione: Completa
PH: 7,7 [7,2 - 8,00]
E.Microscopico: Rari leucociti, rare emazie
N°Spermatozoi: 26 x10^6/mL >20
Mobilità totale (2h): 20 % >50
Mobilità rapida (2h): 5 % >25
Forme normali: 25 % >30
Anomalie testa: 40 %
Anomalie collo: 10 %
Anomalie coda: 25 %

Cosa ne pensate? A breve farò comunque vedere l'esito dello spermiogramma al mio urologo.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Un po più mobili non granchè
[#12] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno, torno ad aggiornavi, sono andato oggi dall'urologo che ha confermato l'esito non molto positivo dello spermiogramma. Mi ha proposto tre opzioni:
1- Operazione chirurgica
2- Scleroembolizzazione
3- Tenere il varicocele sottocontrollo con spermiogramma e color doppler ogni 8/10 mesi

Visto che il varicocele è solo di secondo grado io sarei per escludere l'operazione chirurgica, e a dir la verità opterei per la terza opzione.
Voi cosa ne dite? Tenendo presente che ho 25 anni e che per almeno i prossimi 3 anni non abbiamo intenzione di avere figli.

Vi ringrazio.
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Un varicocele di II grado ecodoppler non è clinicamente significativo. Per cui non vedo necessità di controlli tanto ravvicinati.