Utente 167XXX
Gent.mo dott.re, ieri sera ho avuto un episodio di tachicardia notturna.Ero, effettivamente, un po troppo coperto con la stanza non areata, mi sono risvegliato di soprassalto con i battiti accelerati e un senso di mancanza di respiro. Dopo un po i battiti si sono ridotti ma è rimasto il senso di mancanza di respiro (legato forse anche a difficolta digestive), la pressione era 130-90 con 95 di fc. (Lo stesso episodio mi è capitato diversi anni fa ed ho effettuato esami tiroidei ed ecg tutti negativi).Al momento il mio medico curante mi ha prescritto dell'Assoral 300mg 2volte al giorno per una infezione tre la gengiva e la guancia quindi l'unico farmaco preso prima di andare a dormire è stato questo..
Comunque dopo essermi ripreso mi sono recato al PS dove ho trovato un marasma di gente, ebbene gli operatori mi hanno monitorato pressione (110-90, fc 80)ed ossimetria dicendo che era tutto ok e che, viste le urgenze presenti, se volevo una visita dovevo restare li fino all'indomani. Mi sono ripreso ed ho preferito andare a casa, passando prima dalla guardia medica. Il medico di turno mi ha detto che era improbabile che l'assoral avesse indotto questa tachicardia ma che se volevo potevo interrompere detta terapia per 24 h ed iniziarne un'altra a base di augmentin.
Comunque qualche settimana fa ho fatto una visita cardiologica + ecg e non c'era nulla di strano, il cardiologo mi ha detto che era tutto ok, il tracciato era identico a quello dell'anno scorso(ogni anno faccio visita +ecg) sono un 37enne non molto attivo fisicamente(vita sedentaria).
Io ho preferito continuare l'assoral in attesa di contattare il mio medico, intanto le chiedo se magari ansia e stress possano aver contribuito, in più aggiungo che ho assunto molta caffeina in questi giorni.La ringrazio per eventuale riscontro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Gentile signore,
lei ha già fatto la diagnosi da solo: lei è un soggetto ansioso.
Se essersi svegliato con tachicardia e senso di soffocamento in una stanza chiusa, mal aerata, mentre dormiva troppo coperto l'ha portata ad andare in pronto soccorso, e poi alla guardia medica e ancora è preoccupato, nonostante visite cardiologiche annuali (l' ultima recente) sempre negative...
Le consiglio di ridurre i caffè e di bersi una tazza di camomilla prima di andare a letto. E se le capita di nuovo, apra la finestra, si faccia un'altra camomilla e poi torni a dormire.