Utente 135XXX
Buongiorno. Abbiamo ritirato i risultati del primo spermiogramma di mio marito e dopo un momento di spaesamento sono qui a chiedere qualche informazione. Io ho 36 anni, mio marito 44. Sposati da 6 anni, cerchiamo un figlio già da un po’. Il mio vecchio ginecologo ha sempre posticipato gli esami di mio marito trovando in me ovaio policistico e i valori della glicemia alti. Dopo due anni di cure e di nulla in cui mi sono sottoposta a isterosalpingografia con esito di tube pervie, stimolazione con Clomid (7 mesi) e acido folico abbiamo cambiato ginecologo.
La prima cosa richiesta è stato spermiogramma e spermio coltura per mio marito.
Per motivi “logistici” il prelievo è stato fatto a casa e portato ad un laboratorio di fronte casa. Al ritiro delle analisi ho appreso che il metodo utilizzato è il WHO 2000 non 2010. Questi i risultati (fra parentesi i valori di riferimento del laboratorio):
LIQUIDO SEMINALE COMPUTER; Metodica: COLTURALE:.ASSENZA DI CRESCITA DI BATTERI E MICETI
Liquido Seminale Computer (Who2000)
Metodica: Microscopio – Biologia M.
Giorni Di Astinenza: 4
Ph: 9 (7,0-8,2)
Volume in ml: 1.3 (1,0 -5,5)
Spermatozoi per Ml: 4.600.000 (>= 20.000.000/ml)
Spermatozoi per eiaculato: 6.000.000
Forme normali: 0% (>= 30%)
Forme patologiche: 100%
Assente: 100%
Esito: ipooligoastenoteratozoospermia severa.

Dati chimico Fisici: Raccolta comleta
Volume 1,3 ml (>= 2 mL)
Diluzione 1:0
Liquefazione: nella norma
Aspetto: Omogeneo
Viscosità: nella norma
Agglutinazione: non osservati centri significativi
Colore: nella norma
Odore: s.g.
Temperatura 37,0 °C
Ph: 9,0
PROGRESSIONE:
Statici: Totale: 50 percentuale 100% Non progressivi: 0 Progressivi: 0
VELOCITA’
Rapida:0 Media:0 Lenta:0 Statica: totale 50 percentuale 100%
WHO Progressione rapida:0 (>=25%) Progressione lenta: 0 (a+b>= 50)
Non progressivi: 0 Immobili 50 percentuale 100%
AREA DELLA TESTA 7,7 totale, 7,7 statica
CELLULE ROTONDE 0,0 mill/mL
Traiettorie circolari 0
Valori medi dei parametri di velocità: tutti 0
AMPIEZZA LATERALE
Movimento laterale della testa: 0,0
Frequenza BEAT 0,0
Tipo A
STR > 85% pari a 0

Il mio ginecologo ci ha prescritto immediatamente: Visita urologica, Doppler del plesso spermatico, Ecografia di porostata/vescicoli seminali testicoli ed epodimimi
Dosaggio su plasma di : FSH – LH – Estradiolo – Testosterone Totale e libero – Diidrotestosterone - DHEAS – ft3 – ft4 – TSH – Prolattina – Insulinemia – Glicemia.
Spermiogramma da ripetere dopo 90 gg,inizio settembre

Mio marito è restio a sottoporsi ad analisi e visite (per lo spermiogramma abbiamo aspettato 5 mesi) ma sono riuscita a convincerlo a fare almeno le visite e le analisi.
Pensavamo di fare prima gli esami del sangue e poi la visita.
Le analisi del sangue previste sarebbero esaustive per l'andrologo?
Vivendo tra Campania e Lazio potreste indicarmi qualcuno a cui potermi rivolgere?
I valori sono migliorabili in qualche modo?
I valori WHO2000 sono validi?
Vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
e bravo il ginecologo. Aggiunga agli otrmoni il 17 beta due estradiolo. A livello pubblico consiglio il dipartimento di Urologia Ulrico Bracci di Roma, a livello privato a Roma il dr Biagiotti o a a Napoli il dr Izzo. Le analisi sono più che sufficienti. Dica al marito che si può migliorare eccome, bisogna trovare la causa e se possibile, agire su quella.
[#2] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo dott. Cavallini,
la ringrazio profondamente per la sua risposta. Come può immaginare quando ci si trova in queste situazioni ogni parola buona è una grande iniezione di fiducia e porta tanto conforto.
Mi permetto di fare ancora qualche domanda:
- per caso potrebbe indicarmi qualche specialista in irpinia?
- come viene deciso il metodo per l’ecografia alla prostata?
- il doppler del plesso spermatico, l' Ecografia di porostata/vescicoli seminali testicoli ed epodimimi conviene eseguirli prima della visita urologica?
Grazie ancora per l'attenzione e la disponibilità. Auguro buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara signora,

la situazione seminale di suo marito mostra un problema rilevante relativo alla concentrazione e motilità degli spermatozoi. Questo dato dovrebbe essere confermato, o smentito, da almeno un altro esame da effettuare nello stesso laboratorio che sembra assolutamente attendibile.
nella sua città operano valenti andrologi che potrebbero seguire il caso di suo marito anche se
dubito che tale situazione, se confermata dagli ulteriori accertamenti, possa essere sostanzialmente risolta con terapie mediche o chirurgiche .
L'ipotesi di contattare anche un centro di PMA non è, a mio parere, da escludere
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Pozza, la ringrazio per le indicazioni.
Se non è di disturbo vi aggiornerò sull'evoluzione.
Buona giornata e buon lavoro.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
allora o il federico II a livello pubblico, o il dr. izzo a livello privato.
[#6] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno gentili dottori. Nei giorni passati, dopo una visita dell'urologo-andrologo, mio marito ha fatto una serie di visite e analisi.Riporto gli esiti:
ECOCOLORDOPPLER:
"Nulla a carico della circolazione arteriosa. Vene femorali comuni e giunzioni safeno femorali pervie e continenti ove si accettui lieve reflusso come da ritardo di chiusura. A destra nulla a carico del presso spermatico e del cordone spermatico. A sinistra reflusso di grado emodinamico due-tre sul plesso spermatico e di grado uno-due sul cordone spermatico. A destra a livello dell’epididimo presenza di formazione anecogena avascolarizzata del diametro max di mm 5,1 da ascrivere a cisti. Non segni di idrocele"
ECOGRAFIA TRANSRETTALE
"La valutazione ultrasonografica dei TESTICOLI mostra regolare rappresentazione morfologica di entrambi i didimi e gli epididimi. Volume testicolare destro 5,6 ml – sinistro 5,75 ml. L’ecostruttura è omogenea, non interrotta da focalità. Si segnala cisti dell’epididimo destro di 5 mm. Non si apprezza idrocele significativo.
La PROSTATA è di volume normale. I profili sono regolari. Dimensioni 44*43*23 mm – volume calcolato 23 cc. L’ecostruttura è interrotta, in sede sottocervicale mediana, da iniziale nucleo di adenomatosi, di 5 cc. Le zone periferiche mostrano omogeneità ecostrutturale. Reperto di negatività per le vesciche seminali.
Indenne la VESCICA da patologia organica di parete, us rilevabile o da formazioni litiasiche endoluminali. Si segnala ispessimento parietale come per ipertrofia del destrusore. Non dilatati gli ureteri juxta-vescicali. Al controllo postminzionale il residuo è trascurabile."

TSH: 5,65 (0,27-4,20 microUI/ml)
FT3: 2,37 (1,8-4,6 pg/ml)
FTA:1,29 (0,93-1,7 ng/dl)
TESTOSTERONE: 6,60 (2,8-8,0 ng/ml)
FREE TESTOSTERONE:17,90 (7,5-24,4 pg/ml)
FSH:18,91 (1-12 mUI/ml)
LH:13,46 (1,7-8,6 mUI/ml)
PROLATTINA:17,05 (2,7-16,8 ng/ml)
E2-17BETAESTRADIOLO:21,06 (10-45 pg/ml)
DEA-SOLFATO:130 (20-550 microg/dl)
DHT-DIIDROTESTOSTERONE:400 (100-850 pg/ml)
SHBG: 40 (9-54 nmol/l)
INSULINA BASALE:13 (2,4-24,9 microu/ml)
Mancano l'esito dell'inibina B e spermiogramma, spermiocoltura con ABG, test di deframmentazione DNA spermatico (ancora da fare) e poi andremo di nuovo a visita.
Sono molto preoccupata per i valori del sangue. Potrebbe esserci una cura per migliorare la situazione? Grazie mille per la disponibilità e l'attenzione.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
scusi se sono molto diretto ma con 17 beta due estradiolo a 20, FSH ed LH elevati vedo come probabile qualche difficoltà terapeutica. Prenderei in considerazione fecondazione assitita: ipotesi tutta de verificare in attesa degli esami successivi.
[#8] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Cavallini la ringrazio per la risposta.
Leggendo un pò anche altri post era proprio ciò che tristemente immaginavo.
Speravo che il valore alterato del TSh e quindi la tiroide potessero influire su lh, fsh e betaestradiolo, ma mi sembra di capire che non sono legati.
A questo punto mi chiedevo: ha senso fare ora ulteriori esami sullo sperma oppure è il caso di rivolgersi direttamente ad una clinica specializzata in fecondazione assistita in maniera tale da ottimizzare i tempi e fare con loro tutte le restanti analisi? Lo chiedo perchè ad oggi l'andrologo ha richiesto spermiogramma, spermiocoltura con ABG e test di deframmentazione DNA spermatico (che dobbiamo ancora eseguire) ma leggevo che in questi casi poteva essere opportuno fare anche il cariotipo e la ricerca delle microdelezioni cromosoma y ( non so se può occorrere altro). Poichè mio marito ha qualche difficoltà a fare queste analisi vorrei evitare ulteriori momenti di stress ma fare tutto insieme.
Un'ultima informazione: un evento traumatico ai testicoli qualche settimana prima delle analisi del sangue può aver influenzato il risultato?
Mi scuso per le mille domande e i mille dubbi ma scrivere qui e leggere le vostre risposte mi aiuta tantissimo.
Auguro a tutti buona giornata
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
non posso entrare nella dinamica della visita, ma personalmente mi indirizzerei a fecondazione assistita direttamente. Un trauma dovrebbe essere stao disastroso per fare tutto questo.
[#10] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore, seppur con ritardo la ringrazio per la cortese risposta.
Oggi abbiamo avuto anche l'esito di INIBINA B: 64,20 (con metodo ELISA).
Avevo inviato via mail l'esito parziale degli altri esami all'andrologo che, in attesa comunque di tale valore, mi aveva anticipato la seguente diagnosi: INSUFFICIENZA TESTICOLARE PRIMITIVA INGRAVESCENTE e OLIGO ASTENO TERATO SPERMIA con "una involuzione testicolare con perdita progressiva della funzione spermatica". Pertanto concludeva che non vi sono terapie e consigliava cicli di PMA e crioconservazione del liquido spermatico.
Sto provando a contattarlo per fissare un appuntamento in maniera tale da valutare da vicino la situazione.
Intanto, se non disturbo, desideravo chiedere come il valore dell'inibina si inquadrava nel complesso e se potevate spiegarmi in maniera molto semplice cosa significava la diagnosi anticipatami dal dottore. I termini "perdita progressiva" mi terrorizzano, mi sembra di vedere una clessidra che da un momento all'altro potrebbe esaurirsi e non riesco a ragionare in maniera lucida.
Il secondo spermiogramma non l'abbiamo ancora fatto, mio marito dice di non sentirsi in forma e vorrebbe eseguirlo in condizioni migliori. Io con il secondo spermiogramma, oltre al test di frammentazione del DNA spermatico, vorrei fargli fare anche l'analisi delle microdelezioni del cromosoma Y ed il cariotipo. E' il caso di aggiungere altre analisi così da portare all'incontro con l'andrologo e poi il centro di PMA un quadro più completo? C'è qualche analisi che permetta di capire quanto tempo rimane prima di avere una situazione di azoospermia?
Dal primo spermiogramma sono usciti tutti fermi e con il 100% di forme patologiche: ci sono modi per migliorare la qualità in vista di una PMA?
Visto anche il valore della tiroide alterato, è il caso di fare anche un controllo endocrinologico?
Infine: la situazione di mio marito può incidere anche in termini di calo del desiderio?
Mi scuso ancora una volta per la lunghezza dell'intervento e le domande. Rigrazio tutti per l'attenzione e auguro buone vacanze.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
FSH alto significa che ipofisi sta cercando di stimolare un testicolo che non vuole saperne di funzionare e potrebbe anche scioperare. Se e quando entrerà in sciopero e per quanto tempo nessuno può prevedere. Ok per microdelezione e cariotipo che servono a fecondazione assistita., La frammentazione nulla aggiunge al quadro. Difficile migliorae: potrebbe valere la pena di antiossidanti, ma vanno fatti solo sotto stretto controllo medico. Il calo del desiderio non c' entra.
[#12] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori, vi aggiorno sull'evoluzione della nostra situazione. Ci siamo rivolti ad un centro per la PMA e chiaramente ci hanno prescritto una serie di analisi per completare il quadro della situazione. Tra queste analisi ci hanno prescritto uno spermiogramma ad alta risoluzione. Fatto il prelievo, consegnato dopo circa un'ora. Il biologo lo esamina e chiede di parlarci: dall'analisi si è rilevata una completa assenza di speramatozoi! Non si riesce a capire come sia possibile che da 4,6 milioni a maggio, ad oggi sia 0. Decidiamo di comune accordo di ripetere l'esame. Tra sabato e lunedì è previsto un nuovo prelievo. Mio marito è abbastanza provato, lo vedo stanco e riposa male, ma lo vedo anche più collaborativo rispetto a prima. Lui vorrebbe rimandare di un mesetto, dal momento che tra un paio di settimane abbiamo in programma una settimana di vacanza e la cosa ci permetterebbe di rilassarci un pò. In ogni caso sarebbe propenso a rifare le analisi tra tre mesi se non dovesse trovarsi nulla anche nel prossimo spermiogramma e intanto tentare una cura (se dovesse esistere).
Io spero fortemente che si tratti di una azoospermia temporanea, dovuta allo stress.
Desideravo chiedervi cosa pensate della situazione: è possibile che l'insufficienza testicolare ingravescente sia stata così veloce o possono esserci effettivamente possibilità di una azoospermia temporanea legata a fattori anche psicologici? E' il caso di ripetere subito l'esame o aspettare qualche settimana? Il 7 ottobre dovremmo avere anche i risultati delle analisi genetiche.
Lo so che sembrerà assurdo, ma in questa situazione mi sento molto fiduciosa e sono sicura che in qualche modo riusciremo ad abbracciare nostro figlio.
Vi ringrazio ancora dell'attenzione e non smetterò mai di ringraziarvi per la disponibilità che ogni volta ci accordate.
[#13] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Scusate se riscrivo, ma oggi dovrei contattare il biologo per l'appuntamento dello spermiogramma e non so se fissarlo per lunedì o rimandare. potreste darmi un consiglio in merito? In ogni caso grazie comunque.
[#14] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
con FSH e LH del gebere certi scherzi possono capitare. Ripeta lo spermiogramma, e se presenti spermatozi utile congelamento.
[#15] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille dott. Cavallini. Alla fine abbiamo deciso di rimandare lo spermiogramma alla fine di ottobre. Almeno avremo anche i risultati delle analisi genetiche e chissà che il tempo non ci porti anche un pò di tranquillità in più. Vi terrò aggiornati se non è di disturbo. Buona domenica
[#16] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno a tutti. Purtroppo anche nel nuovo spermiogramma fatto presso il centro pma non sono stati trovati spermatozoi. Ci hanno porposto un recupero con TESE ma abbiamo chiesto di pensarci un pò.
Il biologo in entrambi gli ultimi due spermiogrammi ha constatato che il liquido seminale non era fluido, era molto elastico, addirittura la prima volta ci ha detto che sembrava un chewingum (parole sue).
Sempre nell'ottica che la speranza è l'ultima a morire, abbiamo deciso di provare un consulto da un altro andrologo, avendo connoi anche gli esiti degli esami genetici.
Dagli esami genetici è uscito:
- Identificazione di 36 mutazioni del gene CFTR: Omozigote normale per le mutazioni analizzate
- Eterozigote 5T/7T
- GLUCOSIO 6 FOSFATO DEIDROGENASI 1,19
- MICRODELEZIONI Cromosoma Y
P.C.R.-Reverse Dot Blot
ZFX/ZFY (Controllo): Presente
SRY (Controllo): Presente
AZFa (DYS148): Presente
AZFa (DYS273): Presente
AZFb (DYS218): Presente
AZFb (DYS224): Presente
AZFc (DAZsY254): Presente
AZFc (DAZsY255): Presente
Conclusioni: Assenza di delezioni nelle regioni esaminate

Ieri l'andrologo ha esaminato tutto e ci ha consigliato una cura di 10 giorni di DELTACORTENE compresse da 25 mg, con dose di 1/2 compressa a stomaco pieno, supportata da Lansoprazolo 15 mg come protettore.
Ci ha consigliato in questi 10 giorni di evitare cioccolato, caffè, alcolici, fritti, zuccheri, di bere molto e di ripetere lo spermiogramma al termine della cura. Lo scopo dovrebbe essere quello di sanare eventuali infezioni. Intanto faremo le analisi infettologiche ((HIV, IGG IGM e epatite), in maniera tale da essere pronti ad un congelamento nel caso esca qualcosa di buono nel prossimo prelievo.
Che ne pensate della cura con cortisone? Mica è troppo pesante? Potrebbe eventualmente peggiorare la situazione?
L'andrologo ieri prospettava la possibilità che il primo spermiogramma, quello da cui erano usciti Spermatozoi per Ml: 4.600.000 (>= 20.000.000/ml) e Spermatozoi per eiaculato: 6.000.000 possa essere sbagliato. So di sicuro che è stato fatto con un apparecchio elettronico e metodo WHO 2000: possibile che l'apparecchio elettronico abbia sbagliato?
Nel frattempo mio martito sta continuando la pillolina di Folina prescritta dal centro pma. Sono 2 mesi che la sta prendendo. Aspettiamo di regolarizzare tutto, anche l'alimentanzione prima di ripetere la analisi o facciamo la cura e le ripetiamo subito?
Come sempre mi sono dilungata e mi scuso.
Certa di un vostro cortese riscontro auguro buona giornata. e buon lavoro.
[#17] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
cara signora,
gli spemiogrammi moltoi alterati possono esitare in azoospermia soprattutto con un quadro ormonale come quello. Non hoi esperienza della tal terapia, e personalmente consiglierei un accesso diretto al prelievo chirurgico di spermatoi.
[#18] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera a tutti. Riprendo il post dopo un periodo di pausa che ci siamo presi con mio marito. Ci rimettiamo in pista, con un nuovo spermiogramma fatto a fine febbraio che ha confermato azoospermia.
Mio marito si è aperto alla possibilità di prelievo microchirurgico, anche se non abbiamo ancora capito di che tipo di azoospermia trattasi, visto che gli esami genetici sono tutti buoni e abbiamo alterati fsh ed lh (unica analisi fatta in estate lo scorso anno).
Io vorrei ancora indagare le possibili cause: che analisi bisogna fare per verificare se c'è qualche tipo di infiammazione in corso (a volte l'odore di urine di mio marito è un pò forte)? Potrebbe essere il caso di fare anche un esame per verificare se c'è eiaculazione retrograda (anche se non c'è mai stata eiacuilazione "asciutta", però a volte sento forte odore sulle asciugamani per il bidet)?
Infine: visto che quando erano stati trovati spermatozoi a maggio lo scorso anno erano tutti immobili e deformi, non sarebbe il caso di provare a far fare una curetta a mio marito per sperare che nel prelievo chirurgico venga trovato materiale buono per una ICSI?
E che tipo di prelievo andrebbe fatto? A chi rivolgermi principalmente a Roma o in Campania? Tese, microtese? Con i valori e gli esami genetici su esposti che possibilità ci sono di reperire materiale?
POtrei avere qualche nomimnativo di un buon andrologo che non si limiti a dirmi che dobbiamo fare una tese ma ci guidi in un approfondimento delle analisi per escludere qualsiasi altra causa?
Grazie mille e scusate come sempre per la lungaggine
[#19] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Scusate se alzo il post. Qualcuno potrebbe darmi qualche ulteriore indicazione su come procedere? In ogni caso grazie comunque, buon lavoro e buon fine settimana.