Utente 307XXX
gentili medici, ho una vita sessuale soddisfacente, ma pur funzionando tutto correttamente, la zona più sensibile del mio pene è prossima alla radice e questo crea qualche difficoltà per il raggiungimento dell'orgasmo. questa tendenza già presente nella mia costituzione fisica, si è accentuata leggermente nell'ultimo anno, per carità, miente di grave, magari sono solo mie fisime, ma qualche pensiero mi è venuto. questo sintomo è tanto più evidente quando il rapporto è prolungato tanto che il glande dà quasi sensazioni di fastidio quando viene "sollecitato" oralmente.
non presento problematiche erettive o di altro tipo e da eco recente la prostata non presente problemi di sorta.
mi consigliate una visita presso un andrologo ?

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi pare più che altro una situazione costituzionale, che di altro genere. A volte dopo i cinquanto possono sussistere problemi prostatici o ormonali che possono dare qualche modesta interferenza sulla sensibilità. Senza fretta e con calma si faccia vedere.