Utente 309XXX
Egregio Dott. Circa 2 anni fa mi sono procurato una fertia con un oggetto metallico "tubo". Quest'ultimo era trasportato da me e da un altra persona, accidentalmente "il mio collega" ha girato il tubo metallico ferendomi all'altezza del polpastrello dell indice della mano dx. La ferita si trova su tutto il polpastrello ed è spoostata leggermente a sinisitra. Mi sono stati applicati punti di sutura, la ferita si è cicatrizzata ma ho notato subito una perdita di sensibilità sull'estremità sx del dito. Ho fatto visite all'inizio e mi è stato detto che la sensibilità sarebbe tornata dopo un pò di tempo. Ho rifatto alcune visite dopo 1 anno circa e mi è stato sconsigliato l'intervento. Riesco a convivere con questo problema ma ogni tanto, provo ancora "dei fastidi" legata, appunto, alla perdità di sensibilità. Vorrei sapere se c'è qualche soluzione oppure No!? Grazie mille in anticipo. Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

non conviene intervenire chirurgicamente, in quanto la cicatrice cade sulle ramificazioni periferiche dei nervi digitali.

Pertanto, se il fastidio è accettabile, conviene lasciare le cose come stanno.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dott. La ringrazio per il consulto.
Il fastidio c'è ed essendo un'appassionato di musica e sport qualche disagio me lo crea. . . . . . Se dovessi decidere di intervenire chirurgicamente potrei riacquistare la sensibilità o addirittura potrei peggiorare la situazione attuale?
La ringrazio per la sua disponibilità.
Mi permetto di inserire un'altra domanda, la sensibilità potrebbe tornare in maniera spontanea, con il tempo? O ormai visti i 2 anni già trascorsi è impossibile che torni? :) Meglio saperlo. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Dopo 2 anni non c'è ulteriore miglioramento.

L'ipotesi di un intervento va valutata con attenzione insieme allo specialista.
[#4] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio nuovamente.
Vorrei eseguire questa visita per togliermi ogni dubbio e
valutare la possibilità di un invervento.
Come posso fare per prenotarla da lei?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La ringrazio per la fiducia, ma nella sua zona esistono ottime competenze in Chirurgia della Mano....
[#6] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio nuovamente. Per quanto riguarda le visite, nè ho fatte gia in 2 in questi 2 anni, tra cui una a Verona, il primo Dott. mi disse che era rischioso e nella seconda occasione mi è stato detto che era impossibile fare qualcosa perchè sono state inglobate, tante piccole, ramificazioni nervose ed era impossibile ripristinare la sensibilità, a questo punto penso che l unica soluzione sia la pazienza :) Vero? Grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Credo anche io....
[#8] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
E' chiaro! La ringrazio per la sua disponibilità e le auguro buon lavoro.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.