Utente 310XXX
Gent.mi, sono una donna di 35 anni, peso normale e all'età di 20 ho cominiciato a notare delle macchie bianche (simili a quelle che vengono dai funghi d'estate) ai polpacci, pero' solo quando stavo troppo in piedi senza muovermi che andavano via a riposo o se le massaggiavo, ho capito che era un problema di circolazione per cui non ho dato molto peso, solo che da nell'ultimo mese e soprattutto dopo le prime lampade fatte il problema è aumentato tantissimo e soprattutto si presenta anche nelle cosce e nel avambraccio e c'è quasi sempre ormai ovviamente di più nei momenti sopraindicati, e sparisce solo quando sono sdraiata, metto la crema del corpo, faccio la doccia, per poi ripresentarsi appena mi alzo in piedi la mattina, per cui a parte l'aspetto estetico che ormai ho delle gambe che sembrano delle mortadelle, comincio a preoccuparmi e vi chiedo gentilemente se e' opportuno o meno fare un ecodoppler o esami del sangue per vedere se ci sono o meno altri problemi collegati o per escludere per esempio malattie autoimmuni che lego su internet in casi di livedo reticularis, perché sto programmando anche una gravidanza e vorrei essere serena al riguardo. Questo inverno ho sofferto un paio di volte anche della sindrome di -raynaud nelle ditta delle mani, perché lavoro in ambiente malsano e molto umido.Rimango in attesa di un vostro cortese riscontro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
anche se la livedo reticularis rappresenta spesso solo un problema estetico, una valutazione specialistica (nel Suo caso anche in considerazione della diagnosi di «Raynaud») sarebbe sempre opportuna.
La figura di riferimento può essere quella del dermatologo, dell'angiologo, del reumatologo, dell'immunologo - purché il medico abbia cultura ed esperienza specifica a riguardo.
Saluti,