Utente 292XXX
Salve,
avendo scritto in questo forum già circa 5mesi fa, non vorrei correre il rischio di ripetermi, ma ho bisogno ancora una volta di un pò di chiarezza.
3-4 giorni fa ho fatto un elettrocardiogramma i risultati sono stati questi:
frequenza ventric 83BPM
intervallo P-R 98ms
durata QRS 100ms
QT/QTC 360/423
intervallo P-R-T 69/59/20°
durata P 94ms
intervallo R-R/P-P 722/720

ritmo sinusale, FC 83 m', conduzione a-v accorciata (P-R 98ms)
QRS normale con lievissima incisura della branca ascendente
assenza di alterazioni della ripolarizzazione.

il medico ha aggiunto che potrebbe trattarsi di preeccitazione ventricolare ma era difficile diagnosticarmelo sulla base di questo ecg (perchè?)
mi ha consigliato, vista la mia faccia più che preoccupata un holter e una visita aritmologica.

questa preeccitazione, come avevo scritto nel mio consulto precedente su questo forum, mi era già stata nominata una sera al pronto soccorso dopo un ecg fatto per un episodio di extrasistole.
però quella che mi venne nominata fu la sindrome di LGL, ora invece il cardiologo parlava di preeccitazione tipo WPW.

Ora ovviamente, da buon soggetto ansioso ho letto di tutto in internet e già mi vedo pronta ad un arresto cardiaco da un momento all'altro.
Se potesse rassicurarmi sul fatto che da oggi al giorno della visita aritmologica non rischio un infarto ne sarei felice!
Vorrei, come ultima cosa, anche capire come distinguere questa fibrillazione atriale (che ricorre spesso in internet associata alle preeccitazioni) da una normale tachicardia 100/110 battiti al minuto di cui sono soggetta spesso, specie dopo pranzo o se sono agitata.

Grazie in anticipo
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può attendere tranquillamente la visita aritmologica....l'infarto non ha nulla a che vedere....Altre domande le faccia pure al collega che la visiterà....
Saluti