Utente 662XXX
Gentile medico,
da molti anni ormai (10-15), all'inizio della stagione calda, compaiono sulle mani, nelle zone di transizione palmo-dorso, come delle piccole vescichine sottopelle,della dimensione di una capocchia di spillo circa, piene di un liquido perfettamente limpido, disposta a rosa, che nel tempo tende ad espandersi, lasciando nella parte centrale, più vecchia, una certa tendenza a desquamarsi, pelle secca che si "strappa" e come piccole croste chiare. Le zone in cui compaiono sono varie, ma sempre ai "confini", sulle dita, all'interno del polso, alla base del mignolo... Col fresco, nel giro di qualche giorno/settimana le vescichine si riassorbono, la pelle che vi sta sopra si stacca e in poco tempo la situazione ritorna nella norma.
Mi hanno diagnosticato dermatite o eczema, con uso di pomate cortisoniche che sortiscono solo scarsissimi risultati e affatto duraturi, anche con bendaggio occlusivo.
Cosa può essere e, soprattutto, esiste una cura definitiva??
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
L'orientamento telematico di una patologia denominata "Pompholix" deve essere accertato nella sede dermatologica presso la quale la invito anche per escludere tutte le altre posibilità diagnostiche.

cari saluti

[#2] dopo  
Utente 662XXX

Iscritto dal 2008
Mi sembra che la sua diagnosi sia compatibile con i sintomi che manifesto. Seguirò certamente il suo invito a presentarmi in clinica dermatologica.
Ora mi chiedo se la situazione sia risolvibile, con le opportune terapie e provvedimenti, in modo definitivo.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Questo lo faccia decidere a chi la potrà visitare.

carissimi saluti

[#4] dopo  
Utente 662XXX

Iscritto dal 2008
Messaggio ricevuto.
Grazie e cordialissimi saluti