Utente 318XXX
Buongiorno,
sono appena stato sottoposto a coronarografia alla discendente anteriore (stenosi 90-99%)trattata con angioplastica coronarica e stent BAS (Ossido Nitrico - TITAN 2.75 x 13mm) di DA. e Kissing ballon DA-D1(primo ramo diagonale) con buon risultato angiografico e flusso finale TIMI 3.
L'areria coronaria dx è occlusa al tratto prossimale-medio, opacizzata per via anterograda e retrograda da circoli collaterali omo ed eterocoronarici.
Desideravo sapere da qualche esperto in parola più terrene la situazione generale delle mie coronarie e se la vita che dovrò fare dovrà subire cambiamenti (sono un agente di commercio).
Grazie
Luigi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La cardiologia interventistica ha avuto un impulso notevole grazie all'uso dei cosiddetti "stent medicati" poichè hanno ridotto notevolmente il rischio di nuove stenosi (chiamate restenosi). Tuttavia è stato dimostrato che si ha una maggiore incidenza di trombosi tardiva e molto tardiva indotta da questo tipo di stent. Lo stent che le è stato impiantato è invece del tipo bioattivo, con rivestimento in titanio-ossido nitrico, ossia è uno stent d’acciaio inossidabile "rivestito" con titanio-ossido nitrico. Il rischio di restenosi è paragonabile a quello degli stent medicati, ma con la trombosi da stent molto rara. Lo stesso si è ottenuto in soggetti ad alto rischio di restenosi, come i diabetici. Questo non significa che lei debba considerarsi guarito dalla sua coronaropatia, ma la prognosi è sicuramente migliore rispetto a quella dei vecchi stent. Per quanto riguarda i cambiamenti della sua vita sicuramente sarà stato edotto dai colleghi che l'hanno seguita....deve eliminare tutti i fattori di rischio cardiovascolare eliminabili, altrimenti vanifica gli sforzi dei medici e i vantaggi delle terapie....
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dr. Rillo
La ringrazio per la risposta veramente esaudiente, ora il quadro mi è tutto più chiaro. Se tutti i medici avessero la pazienza di spiegare ai propri pazienti con parole comprensibili e minuziose (come ha fatto lei) lo stato delle cose, forse saremmo tutti più consapevoli.
La ringrazio ancora e le auguro tutto il successo che merita.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Grazie a lei.....
quando ne ha bisogno ci consulti pure.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
desideravo, se possibile, un chiarimento in merito ai farmaci prescritti dopo intervento di angioplastica con applicazione di stent.
Douplavin 100/75 mg x 3 mesi poi cardioaspirin 100mg 1cp ore 12
carvedilolo 25 mg
ramipril 5 mg
atorvastatina 40 mg
ezetimibe 10mg
lansoprazolo 30 mg x 3 mesi
il dubbio mi viene in merito al Douplavin, mi hanno detto in ospedale che il Plavix è un farmaco che dovrò sempre prendere ma allora perchè mi dicono di sospendere il Douplavin dopo 3 mesi e sostituirlo con la cardioaspirina?
Grazie per le risposte