Utente 318XXX
Buonasera,
Sono una ragazza di 20 anni che nell'ultimo anno ha sofferto di stati d'ansia.
Ho fatto un buon percorso psicologico e adesso sembra quasi sparita,ma non sono spariti questi fastidi al cuore.
All'inizio di gennaio ho iniziato ad avvertire anomalie a livello del battito cardiaco,non so neanche specificare se extrasistole o aritmie,comunque ciò mi ha spinto ad andare al pronto soccorso con relativa ansia ma nell'ECG niente di anomalo,solo pressione leggermente alta per lo stato ansioso e mi hanno rimandato a casa.
Da quel momento mi sono tranquillizzata convincendomi del fatto che stessi somatizzando ansia ma adesso che sto notevolmente meglio continuo ad avverire ogni tanto sfarfallii o battiti forti come un colpo,quest'ultimo accompagnato da dolore come se premessero che dura poco più di un secondo,spesso sento pressione sul petto se parlo veloce(ho il viziaccio di parlare a macchinetta)o se mi alzo in piedi,mi hanno detto che queso potrebbe essere dovuto alla postura può essere così?ho anche fatto analisi per la tiroide ma sto benissimo!!!l'ultimo ECG risulta a febbraio ed è perfetto,ma a me spavenano così tanto anche perchè arrivano in momenti inaspettati(sfarfallii e colpi) dove io sto spensierata e mi preoccupano,a volte appena alzata,lavando i piatti,facendo l'amore,addirittura ridendo!!
Premetto che fumo una decina di sigarette al giorno e massimo un caffè per dì,non faccio sport ma cammino molto,prima di avere l'ansia non avevo mai avvertito questi fastidi,insomma,il mio medico dice di stare calma,devo insistere per una visita dal cardiologo o ha ragione lui?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
E' del tutto probabile che il collega abbia ragione. Insista per un Holter solo se il fenomeno dovesse ripetersi per più tempo e per più volte.
Saluti