Utente 237XXX
Gentili dottori,
da qualche mese (direi da un paio o tre) io e la mia compagna cerchiamo di avere un bambino senza riuscirci. Ho pensato così di effettuare uno spermiogramma, riporto di seguito l'esito (fra parentesi i valori normali indicati nel referto):
Volume: 3 ml (2-6)
Viscosità: normale (normale)
pH: 8 (7,2-8)
Fluidificazone: completa (completa)
Numero di spermatozoi/ml: 52.000.000 (>20.000.000)
Totale spermatozoi eiaculati: 156.000.000
MOTILITA'
Tipo a) rapid. progressivi (%) dopo 30': 15% (>25%)
Tipo a) rapid. progressivi (%) dopo 120': 15%
Tipo b) debolmente progressivi (%) dopo 30': 30% (a+b>50%)
Tipo b) debolmente progressivi (%) dopo 120': 30%
Tipo c) in situ (%) dopo 30': 40%
Tipo c) in situ (%) dopo 120': 40%
Tipo c) immobili (%) dopo 30': 15%
Tipo c) immobili (%) dopo 120': 15%
ANALISI MORFOLOGICA
Forme normali (%): 8 (14% criteri Kruger)
Cellule rotonde 700.000 (<1 milione/ml)
Emazie: assenti
Zone di agglutinazione: assenti

Da quel che riesco a capirne io, mi pare che qualche problema possa essere riscontrato nella motilità, anche se il mio medico sostiene che sia in ogni caso tutto ok. Vorrei un vostro parere in merito e, se riscontrate il problema (o di altro tipo) quali sono gli eventuali metodi naturali per migliorare questi aspetti di motilità, ecc.

Vorrei inoltre sapere se, a vostro parere, nel mio caso risulta preferibile (durante il periodo fertile della mia compagna) avere pochi rapporti mirati (es. ogni 2 giorni) o averne tutti i giorni.

Ringraziando,

un cordiale saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,innanzitutto Le dico che,piuttosto che mirare i rapporti,continui a mantenere il suo ritmo,in maniera da non minare la spontaneità del rapporto sessuale.Lo spermiogramma,ancorché non rispettante i criteri consigliati dal WHO 2010,sembra evidenziare una lieve alterazione dei parametri qualitativi legati alla motilità.Lo spermiogramma non offre alcun dato biologico ma solo statistico sul potenziale di fecondità del maschio,che va correlato con il tempo da cui si cerca un figlio (perlomeno 1 anno di rapporti liberi,prima di definire la coppia inferitile),con la età della partner,con la diagnosi ginecologica e,soprattutto,con la diagnosi andrologica.E' stato mai visitato da un andrologo?Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'esame che ci indica in effetti sembra presentare un ridotta motilità e, visti i criteri seguiti per la morfologia, riaggiornati nel 2010 dall'OMS, un ridotto numero di forme normali.

Nulla di drammatico apparentemente ma occorre ora sentire in diretta anche un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Rapporti mirati cerchiamo di non consigliarli mai, se voi avete infatti una regolare attività sessuale, le ricordo che uno spermatozoo, vitale e capace di fertilizzare un ovocita, rimane tale nelle vie genitali femminili per almeno 72 ore.

Infine altre informazioni per migliorare la qualità del suo liquido seminale le può trovare in questi articoli, sempre pubblicati sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, anzitutto ringrazio entrambi i medici per la pronta risposta.
Sui quesiti posti, cerco di rispondere ad entrambi:
- Sono stato visitato da un andrologo che sostiene che non sussistono problemi evidenti dallo spermiogramma, ha anche svolto un esame con una sorta di apparecchio elettronico che poi veniva appoggiato ai testicoli (scusate il gergo non proprio "tecnico") e che (credo) fosse tale da rilevare eventuale varicocele ma che, sembra, non abbia rilevato nulla (non mi ha prescritto alcuna cura)
- sia io che la mia partner abbiamo poco meno di 30 anni
- soffro di una leggere forma di fimosi (per la quale penso mi opererò prima o poi per togliere tutti i fastidi) ma, sempre secondo l'andrologo, ciò non dovrebbe avere alcun impatto sulla fertilità
- dalle visite ginecologiche della mia compagna sembrerebbe tutto ok
- proviamo ad avere un bambino da un paio di mesi senza esito

Detto ciò, quali potrebbero essere i prossimi passi da effettuare? Conviene provare ancora qualche tempo o effettuare altre analisi?

Vi ringrazio e saluto
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a questo punto,essendo trascorsi solo 2 mesi,adotterei la strategia della vigile attesa,seguendo i consigli dell'andrologo reale e,magari,approfittando per correggere la fimosi.Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mi allineo alle corrette indicazioni del collega Izzo, tutte condivisibili.

Ancora un cordiale saluto.

[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il liquido seminale mostrerebbe una motilità non particolarmente vivace dei suoi spermatozoi. Se l'andrologo ha escluso patologie significative e "presumo con una sonda doppler2 ha escluso un varicocele potrebbe avere significato ripetere l'esame del liquido seminale per vedre3 se le alterazioni della motilità vengano smentite o riconfermate, associando una spermiocoltura con antibiogramma per escludere infezioni delle vie seminali.
valutare se possa essere opportuno assumere qualche farmaco che possa migliorare la motilità. Al momento eviterei di correggere la fimosi, perché dopo l'intervento chirurgico per un paio di mesi non potrà avere rapporti "tranquilli"
cari saluti
[#7] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Gentili medici, vi ringrazio. Seguirò le vostre indicazioni. Avrei un paio di quesiti finali sulla questione:

- la motilità e le forme normali sono dati "congeniti" invarianti o dipendono anche da stato fisico, psicologico, ecc. al momento dell'esame?

- in assenza di problemi che emergessero dai prossimi esami, il mio spermiogramma può essere indice di una infertilità seria o solo di una fertilità "un pò sotto la norma"?

Tornerò a disturbarvi in futuro in caso di dubbi dai prossimi esami, ecc.

grazie

Saluti
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

si rilegga, per la seconda domanda da lei posta, quello che già le abbiamo scritto: "l'esame che ci indica in effetti sembra presentare un ridotta motilità e, visti i criteri seguiti per la morfologia, riaggiornati nel 2010 dall'OMS, un ridotto numero di forme normali.
Nulla di drammatico apparentemente ma occorre ora sentire in diretta anche un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana."

Sentito il suo andrologo di riferimento potrà anche comprendere e capire le possibili cause della sua dispermia che comunque sarà bene riverificare con un esame fatto secondo le ultime indicazioni date dall'OMS.

Un cordiale saluto.