Utente 321XXX
Salve, sono un ragazzo di anni 32, espongo il mio problema:
Da circa una settimana, (piuttosto in modo improvviso) ho cominciato ad accusare un fastidio a livello testicolare, ero alla guida e non capii in primo luogo la giusta provenienza di questo fastidio. (Premetto che quella mattina avevo fatto qualche sforzo particolare con movimenti scomodi per caricare del materiale in macchina).
Una volta a casa mi rendo contro che questo fastidio c'è ancora.... La sera dopo la doccia, palpandomi il testicolo "sinistro" avverto come una pallina piuttosto dura, nel lobo superiore, un pó arretrato, vicino al l'epididimo.
Questa pallina (della grandezza di una lenticchia) mi risulta non essere libera nello scroto, ma attaccata al testicolo e se la tocco mi provoca anche dolore, la descriverei come un bozzetto/cornetto. Lunedì sono andato dal medico per esporre il disagio, che subito mi rassicuro' dicendomi che il tutto possa dipendere da una varice, o una cistina e che se volevo stare tranquillo mi avrebbe fatto fare un'ecografia scrotale.
Nel frattempo mi ha prescritto flaminase antinfiammatorio per 2 volte al giorno...
Effettivamente pian piano il dolore è diminuito e questa pallina non mi crea più quel fastidio, da almeno 2 giorni sembra quasi essere tutto rientrato nella normalità, solo che io essendo a conoscenza del disagio porto spesso la mano a palpare la zona (come questa mattina) la pallina è ancora presente e se non stuzzicata sembrava quasi rimpicciolita, ma se toccata per un pó con le dita mi comincia a procurare un pó di fastidio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
.
[#2] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
probabilmente si è verificata una infiammazione della zona da lei descritta e come tale è necessario evitare di palparla frequentemente per evitare il persistere e la cronicizzaizone della infiammazione. Tenga presente che spesso tale reperto può essere percepito costantemente nel corso dei mesi e come tale non deve essere motivo d'allarme specie se non tende ad uamentare di dimensioni. Esegua comunque l'esame ecografico per conferma.

[#3] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dottore per la sua tempestiva risposta.
Effettivamente per adesso non ho notato un aumento di dimensione di questa pallina... Anche perchè accuso questo fastidio da meno di 10 giorni.
"Se lasciata stare" piuttosto sembra riappiattirsi e il dolore sembra addirittura scomparire ma se stuzzicata non impiega molto ad infiammarsi di nuovo ed a provocare dolore! Diciamo che se metto la mano sulla zona interessata avverto un pó di fastidio che sembra venire proprio da questa pallina situata a mio parere vicino all'epididomo, solo che secondo me è attaccata al testicolo.
Voglio anche precisare che non ho notato cambiamenti di volume di nessuno dei 2 testicoli.
È possibile che il dolore "lasciando le mani al posto" si è attenuato grazie all'antinfiammatorio che sto assumendo?
Grazie nuovamente.
[#4] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Chiedo scusa, ma praticamente questa pallina dura un pó dolente che avverto... Cos'è?
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) Si l'anti-infiammatorio può aver migliorato il quadro sintomatologico

2) Solo l'ecografia + visita specialistica possono portare ad una definizione precisa dell'origine del reperto.
S vuole può leggere:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/959-dolore-testicolare-cronico.html
[#6] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Quindi lei pensa che questa infiammazione da cosa sia stata causata?
Il tutto è venuto fuori dalla sera alla mattina!
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la sua domanda sulla possibile causa del suo attuale problema è da un milione di euro o dollari!

Che dice il suo urologo od andrologo?

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problemi di natura andro-urologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni, date dal National Cancer Institute statunitense, su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Ok, attenderò l'esito dell'ecografia.
Comunque questo piccolo indurimento io lo noto sulla parte alta del lobo, nè sotto, nè dietro e nè sulla parte anteriore, credo proprio da dove comincia la testa delll'epididimo, solo che mi sembra essere attaccato al testicolo! (Poi ovviamente il lobo è mobile, quindi puó spostarsi).
Grazie.
[#9] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Salve gent.ssimi dottori,
Oggi la mia situazione non è cambiata, il fastidio è rimasto invariato, il cornetto duro che sento (si trova "sotto la testa delll'epididimo?") solo che sembra spuntare dal testicolo, ma non si è per niente ingrandito, anzi, forse è leggermente meno percepibile e anche toccando la parte non avverto il dolore come le scorse volte.
Pensiate si possa trattare di cisti sulla testa delll'epididimo?
Con flaminase la cosa si è molto attenuata, ma non andata via.
Sono abbastanza preoccupato per l'ecografia.

Cordialità.
[#10] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Potrebbe anche essere una cisti dell'epididimo, ma è difficirle confermarlo via web, in ogni modo non si faccia assalire dall'ansia in quanto sembra da come descritto che non sia nulla di importante.
[#11] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo Dott. Scalese, la ringrazio per i suoi interventi.
Una cosa è certa, oggi ho cercato di palpare meglio la parte interessata... (So che non dovrei farlo), e ho capito che il noduletto non è proprio duro, sembrerebbe come la consistenza di un porro, una bolla, un piccolo ammasso di grasso. Ovviamente dopo averlo stuzzicato un pó si è indolenzito.
Trovandosi in corrispondenza delll'epididimo piuttosto sotto il cordone vicino la testa, non si riesce a palparlo bene, si sposta insieme al funicolo delll'epididimo, ma sembrerebbe attaccato al testicolo.
Una ciste epididimale è piu o meno situata in questo punto?
I sintomi sono più o meno questi?
(Non noto arrossamenti o rigonfiamenti del testicolo interessato).
l'epididimo non risulta molto infiammato, forse ingrandito è la parola giusta, mentre se tocco la piccola parte più "dura" mi crea dolore.... e anche abbastanza!
Cordialità.
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non drammatizzi , segua le indicazioni del suo urologo, quello vero, reale, in carne ed ossa, e poi le ricordo che generalmente un problema grave, cioè un tumore, non scatena i dolori con le modalità da lei riferite.

Appena possibile ci riaggiorni.

Ancora un cordiale saluto.
[#13] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Salve, aggiorno la mia situazione.
Questa mattina ho effettuato una ecografia testicolare e credo un eco color doppler scrotale.
(Mi è stato controllato anche: vescica/prostata/reni), tutto nella norma.
Il dottore mi ha confermato la presenza di una ciste delll'epididimo della grandezza di CM.1 sul testicolo sinistro.
Mi ha detto che va lasciata stare e magari ricontrollata prima di un anno.
Voglio precisare che mi ha fatto anche la visita,(palpazione).

-Quindi anche voi mi confermate che quella pallina dura che sento è prorpio quella cisti?
-Come mai mi dà dolore?
-Come scritto all'inizio, il giorno del primo sintomo (dolore) ho fatto degli sforzi, può essere causa dell'infiammazione della ciste?

Comunque adesso sono sicuramente più tranquillo, però un pó continuo ad avvertire fastidio.

Cordialmente.
[#14] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Dimenticavo, l'ecografo non ha rilevato presenza di varicocele e roba simile!

Saluti.
[#15] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) Può essere

2) Il dolore come già detto è conseguenza di una evenienza infiammatoria probabilmente delle'epididimo (epididimite)

3) Difficilmente uno sforzo può essere messo in correlazione con una epididimite

[#16] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Ok, ma con un ecocolordoppler l'ecografo non dovrebbe avere dubbi, o mi sbaglio?
Perché, lei forse crede che quella pallina che sento non si tratti della cisti? Non capisco.
Infine le chiedo, la cisti può far infiammare la testa delll'epididimo? Se si, lo sento in maggior volume di quello dell'altro testicolo?
E comunque il dolore proviene da questa benedetta pallina.

Cordiali saluti.
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tranquillo, se il suo urologo e l'ecografia hanno confermato la presenza di una cisti, questo è il problema.

Generalmente poi queste strutture, in alcuni casi, a seguito di traumi, infiammazioni od altro possono dare i sintomi da lei lamentati e quindi, soprattutto se il problema dovesse sussistere, bisognerà risentire in diretta sempre ed ancora il suo urologo di riferimento.

Un cordiale saluto.
[#18] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Certamente, comunque, l'importante è che all'ecografia non è stato rilevato nulla di serio... Questo è quello che volevo sapere io!

-Ma quindi in realtà, queste cisti, cosa può farle infiammare?

[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Traumi, infezioni batteriche o da altri microrganismi sono le situazioni cliniche più comuni.

[#20] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Comunque, al di là di tutto, se ci fosse stato qualcosa di anomalo e serio, l'ecografia l'avrebbe rilevato giusto?
L'ecografo ha detto che per lui la cosa fondamentale è osservare internamente ai lobi... quello che c'e' fuori va comunque valutato bene ma è un'altro discorso.
Io mi scuso se posso sembrare un pó scettico e ripetitivo, purtroppo ho un carattere un pó troppo particolare.... E "sfortunatamente per me" anche troppo diffidente! Dico sfortunatamente perché questo mio comportamento mi crea veramente molti disagi.... Prendo troppo le cose nel verso sbagliato!

Comunque Vi ringrazio per i Vostri interventi.

Cordialità.
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo e ora segua attentamente le indicazioni del suo urologo.

Cordiali saluti.
[#22] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
ho utilizzato il termine "potrebbe essere" in quanto in genere la diagnosi di presupposta epididimite associata alla presenza o meno di una cisti va sempre constata dall'urologo cosa che lei sino ad ora non ha fatto o comunque non lo ha riferito. Questo non deve suscitare ansie e/o perplessità in quanto la diagnosi è paticamente accertata in occasione della ecografia, ma è sempre bene, ripeto, programmarsi una valutazione urologica per la opportuna cura e prevenzione di recidiva.
[#23] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Quindi questo piccolo punto duro che sento sul testicolo zona epididimo dovrebbe essere la cisti confermata dall'ecografo.Quindi con l'ecografia si vede tutto? Cordiali saluti
[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Con l'ecografia un radiologo esperto conferma se è o non è una cisti!
[#25] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Ok, quello che intendevo dire io è se con l'ecografia fatta attentamente si riesce o no a notare eventuali anomalie di ogni tipo, dato che con il sistema diagnostico si entra nel cuore del testicolo interessato.

Saluti.
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutte le eventuali lesioni intratesticolari, con un diametro superiore ai 2mm, con un moderno ecografo, in mano a bravo specialista, riescono ad essere valutate ed indicate.

Un cordiale saluto.
[#27] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Capisco! Vi ringrazio per i Vostri interventi.
Buon lavoro.
[#28] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Signori Dottori volevo solo farvi sapere che mi sono sottoposto ad ulteriore visita, questa volta in ospedale presso il primario di urologia della mia città.
Mi ha visitato accuratamente e mi ha effettuato l'ecografia testicolare.
Diagnosi: i testicoli sono entrambi pulitissimi e sanissimi, testa e coda epididimo destro nella norma, testa epididimo sinistro con ciste di CM 1. coda e testicolo esenti da lesioni.
Il "dolore" che avverto proviene "dall'Idatide di Morgani" (così dovrebbe chiamarsi) situato nel polo superiore del testicolo sinistro, evidentemente un pó infiammato. Infatti ho notato (anche se più piccolo e non dolente) che questo benedetto pallino c'è anche sul polo del testicolo destro.
Spero di risolvere il fastidio con antinfiammatori.
Ma il fastidio me lo posso pure tenere! Quello che volevo sapere io è che i miei testicoli sono sani ed esenti da patologie più importanti!!!

Vi ringrazio per i consulti.
[#29] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Come vede si possono fare tante ipotesi ma solo con la valutazione specialistica si può giungere ad una diagnosi circostanziata.
Saluti anche e lei.
[#30] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, finalmente sembra che si sia arrivati ad una diagnosi più precisa.

Segua ora le indicazioni del suo urologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
[#31] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
A questo punto mi chiedo (come da primo mio dubbio) se questo idatide di morgagni possa entrarcene qualcosa con gli sforzi che ebbi quella mattina del primo sintomo.... Oppure se è dipeso da qualche calcio improvviso delle gambette di mio figlio in piena notte (e me ne da di santa ragione)... Oppure se si è semplicemente infiammato! Fatto sta che questo al lato sinistro è parecchio più grande di quello destro e mi provoca questo fastidio, anche se attualmente anche con l'assenza di antinfiammatori la cosa si sta attenuando!
Grazie.
[#32] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Più probabile l'ipotesi traumatica.
[#33] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Lascerò spazio al tempo sperando di guarire la situazione, oppure mi abituerò a conviverci, sperando che in futuro non mi crea fastidi accentuati.
Ringrazio veramente Voi tutti che siete intervenuti al mio caso,
augurandoVi un buon lavoro!

Cordialità.
[#34] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego! Sicuramente passera.
[#35] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si ricambiano gli auguri.
[#36] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimi dottori, intervengo un'ultima volta per via di una mia dimenticanza, (purtroppo non l'ho fatto ieri con l'urologo):

1) potrei andare incontro ad intervento? (qualora il fastidio mi permane a lungo)...
2) posso fare sport?
3) posso avere rapporti?

Cordialmente.
[#37] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se vera ipotesi traumatica modesta, difficile pensare ad una risoluzione chirurgica del suo problema.

Sempre in quest'ottica si consiglia di riprendere una normale e regolare vita quotidiana.

Detto questo comunque l'ultima parola spetta sempre al suo urologo che conosce la sua esatta e reale situazione clinica.

Ancora un cordiale saluto.
[#38] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Si certo....credo che sto trovando giovamento anche indossando slip un pó aderenti invece dei boxer...
Il mio urologo? Essendo una persona conosciuta qualche tempo fa per via di un problema di un mio parente, in modo del tutto ironico ieri mattina mi ha liquidato dicendomi: hai perso 2 ore di lavoro oggi... (Avendo notato una certa preoccupazione da parte mia)...Eheheheh!
Fortunatamente nelle strutture c'è ancora personale competente con la voglia di svolgere il proprio lavoro, come effettivamente ho potuto apprezzare anche qui la con la Vostra partecipazione!
Un grazie affettuoso.

[#39] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Grazie per i suoi riconoscimenti!