Utente 294XXX
Salve dottori sono un ragazzo di 22 anni, vi spiego a pieno la mia situazione. A luglio sono andato da un andrologo in provincia (nel mio paese non ce ne stanno) inizialmente per risolvere problemi di impotenza perché non riuscivo ad avere il pene duro al 100 per cento. Il medico facendo alcuni accertamenti mi ha riscontrato un varicocele sx di secondo grado, per quanto ho capito è di quarto grado in scala per ecodoppler. Insistendo sul fatto che volevo avere una buona erezione lo ho convinto a prescrivermi levitra 5mg e lui mi ha consigliato anche "cronovir" un afrodisiaco.. Ho usato sia il levitra che cronovir e sono andato più che benone e notavo che anche a distanza da una settimana dall'ultima pillola il mio pene rispondeva in maniera molto esaustiva.. I guai sono cominciati quando ho finito la confezione di levitra e ho smesso di prendere cronovir.. Il pene ha cominciato a perdere vigore ogni giorno che passava.. Io sapendo che dovevo fare sesso con la mia ragazza fra qualche giorno allora mi sono detto mi prendo cronovir l'unica cosa che mi è rimasta magari mi aiuta per il prossimo rapporto.. Dottori mi è venuto a mancare il respiro quando sono venuto a sapere che il pene è peggiorato ancor di più.. Se prima non riuscivo ad avere una buona erezione ora non riesco più ad avere una erezione neppure con le mani.
sembra quasi che neanche le scene hot mi aiutano.. E così che ho fatto un bruttissimo cilecca con la mia ragazza.. Nudi entrambi sul letto (lei è anche una bella ragazza) e il pene moscio manco si dovesse alzare da un coma.. Quindi io mi chiedo: è colpa del varicocele sin dall'inizio? È colpa di cronovir che avendolo usato a distanza di tempo mi ha causato qualcosa? Non trovo granché su cronovirtù su internet e non vorrei cje fosse qualcosa di diverso da un afrodisiaco.. Mi ha detto tempo il dottore tempo fa che I corpi cavernosi del mio pene sono a posto. Sembra che io vi abbia detto tutto.. attendo veramente ansiosamente vostre risposte, magari anche in tanti...... Grazie davvero

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho motivo di ritenere che il benessere riferito sia da ascriversi al vardenafil,piuttosto che al supposto "afrodisiaco" che non va oltre un'azione coadiuvante.L'assunzione in cronico di entrambi i farmaci non crea alcun danno all'organismo né,tantomeno,alla funzione sessuale.Non fa alcun cenno sugli esami eseguiti per giungere ad una diagnosi,considerando che la presenza di un varicocele non da luogo ad alcun deficit erettile.Ha eseguito un ecocolordoppler penieno?Ha eseguito i dosaggi ormonali?Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Non so se era ecocolordoppler peniana ma con lo stesso strumento ecodoppler mi ha controllato anche il pene dicendomi la struttura anatomica del pene è a posto.. Per dosaggi ormonali cpsa intende? Ho usato solo per un mese cronovir.. Mi ci sto scervellando vorrei avere di nuovo il pene in forma e fare sesso con la mia ragazza senza deluderla nuovamente.. Cerco consigli su come muovermi, cosa mangiare e non, e possibilmente vorrei scoprire cosa c'è che non va.. Non capisco, ho solo 22 anni. Grazie delle risposte e dell'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...l'età non è un fattore di rischio.La buona salute ed il corretto stile di vita garantisce una risposta media favorevole.Va da se che gli aspetti ansiogeni,con il passare del tempo,dominino il quadro clinico...Segua i consigli di un andrologo in diretta.Cordialità.