Utente 324XXX
gentili esperti mi sapreste dire se facendo una cavernosografia dinamica si possono avere dei conseguenti danni al pene? anche per la chirurgia alla fuga venosa ci possono essere conseguenze?

per la fuga venosa ho letto che la percentuale di successo dopo il post intervento è molto bassa.

grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sostanzialmente, dopo una indagine dinamica ai corpi cavernosi, si possono avere ematomi (rari), episodi di priapismo e fibrosi dei corpi cavernosi (più frequenti ma sempre non comuni).

Sui successi delle strategie chirurgiche in presenza di un problema venoso, se desidera avere più informazioni dettagliate, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
dottore per fibrosi dei corpi cavernosi intende che si vadano a rovinare in modo permanente? personalmente lei che ne pensa di queste due cose?

ho fatto un ecodloper dinamico, le vene arteriose sono nella norma ma è stato riscontrata una fuga venosa. l'andrologo di riferimento mi ha consigliato questa cavernosografia ed anche una possibile operazione per "riallacciare" le vena.
però leggendo in giro ho visto che questa operazione non da i risultati sperati.


grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se dubbi sulla indicazione terapeutica ricevuta, è bene sentire in diretta una terza campana prima di procedere verso indicazioni diagnostico-terapeutiche più invasive.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
in pratica la cavernosografia invece di individuare i problemi può incentivarli. se si tratta di un esame più approfondito rispetto all'ecodloper ok si può fare.....ma se i rischi non sono ben calcolati allora è qui che mi vengono i dubbi.

scusate mi potete dire secondo voi i pro ei contro?

grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mi sembra che lei abbia ben compreso; i rischi vanno ben calcolati sempre con il suo andrologo, quello vero, dopo una attenta e precisa discussione diretta di quali sono i pro e i contro nel suo specifico caso clinico.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
stamani mi sono recato all'ospedale su consiglio dell'andrologo di riferimento per fare questa cavernosografia ma il dottore che svolge questo esame mi ha bloccato.

non mi ha potuto fare la diagnosi perché era impegnato in altri interventi e di riprendere l'appuntamento....però al tempo stesso mi ha spiegato che questo è un esame invasivo che non si fa su due piedi e che bisogna concordarlo prima molto bene e con le dovute indagini con il proprio andrologo. io gli ho spiegato le mie perplessità da quello che ho visto scritto in giro e lui mi ha dato conferma delle possibili ripercussioni che ci possono essere su pene.
in più mi ha detto che è una cosa che devo essere convinto io di fare dopo che il mio andrologo mi ha spiegato tutti i pro e contro.

a dire la verità il mio andrologo mi ha detto che questo esame era una stupidata senza alcun rischio di danno e che se era dannoso non me lo consigliava.

adesso ne parleremo più approfonditamente poi deciderò


ps ma questa fuga venosa va ad intaccare in modo sostanzioso l'erezione o no?
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il problema "fuga venosa" è ancora un tema andrologico controverso che, al momento, non tutti gli andrologi condividono.

Detto questo ho detto tutto; io personalmente condivido le posizioni prudenti e precise del "dottore che doveva svolgere l'esame propostole".

Ora ridiscuta il tutto con il suo specialista di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.


[#8] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
adesso sto facendo una cura di ormoni (pregnyl due iniezioni intramuscolari a sett. accompagnato dal cialis 5mg giornaliero più una pasticca da 20mg) dall'esame del sangue il testosterone libero (14) è risultato un po' basso per la mia età anche LH (0,8). AL momento ho fatto 3 iniezioni+cialis e qualcosina in pù sento...qualche erezione spontanea c'è però non sento il desiderio sessuale quando sono in intimità...è quello che mi manca.

sulla cavernosografia ne ridiscuterò anche con una terza persona per avere pareri più chiari
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!
[#10] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
ho risentito il mio andrologo e mi ha detto di stare tranquillo e di non fasciarmi la testa per niente. è un esame completo che serve a decifrare tutta l'anatomia del pene oltre alla fuga venosa ed in base alla risposta si può decidere cosa è meglio fare.

nel frattempo sono arrivato alla 5° iniezione di ormoni (pregnyl) più cialis. miglioramenti? pochi. qualche volta sento delle erezioni spontanee (non durature) ma quello che manca è il desiderio. ho tentato di avere un rapporto completo con una ragazza che sto frequentando mi sono impegnato per avere una erezione buona alla penetrazione ma niente...mi sono fermato all'intimità corpo a corpo perché sapevo che avrei fatto cilecca.
il tutto è dovuto anche ad un fattore di ansia da prestazione vista la situazione che non aiuta di certo.
soffro di impotenza da parecchi anni e sul fatto del desiderio sessuale devo dire che ho sempre fatto una vita sedentaria casa lavoro masturbazione porno.....è diversi mesi che ho smesso col porno e computer......sicuramente il calo è dovuto soprattutto a questo e quando sono in intimità provo veramente poca eccitazione come se le donne non mi piacessero più.
l'andrologo ha detto che la vita sedentaria va ad influire poco sul calo di ormoni.....fatto sta che io non ho più la voglia.

è brutto vivere così
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua le indicazioni del suo andrologo sono sostanzialmente condivisibili.

Ancora un cordiale saluto.
[#12] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
i risultati della cavernosografia:

La cavernosografia dinamica (iniezione di 120ml di mdc iodato diluito al 50% con soluzione fisiologica al rateo di iniezione di 2ml/sec) per puntura diretta del corpo cavernoso DX dimostra una ampia fuga venosa sostenuta prevelentemente dalle vene pudende interne, plesso periprostato-vescicale e minimamente dalle pudende esterne.
Non tumescenza nè erezione al termine.
Conclusioni: il reperto conferma un disturbo erettivo per fuga venosa.

con questo mi posso anche suicidare visto che gli unici rimedi sono protesi o la "legatura" delle vene.
gli inibitori orali mi stanno facendo pochissimo la cura di ormoni aggiuntivi non so se avrà i suoi frutti in futuro, non ho libido non ho niente che mi faccia sctenare qualcosa ed in più ce questa fuga venosa che va a complicare il tutto. la mia unica speranza è che questo esame sia soggettivo ma se le lastre dimostrano questo.......sentirò più parei su come affrontare la situazione.

come ho già scritto prima in pratica io vengo da un passato molto lungo fatto di pornodipendenza e pochissima vita sociale. pensavo che il problema fosse sicuramente ed esclusivamente questo (ed un pò lo è sicuramente visto l'assenza di desiderio) ma con la conferma di questa fuga venosa il colpoè definitivo
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non drammatizzi ed ora risenta il suo andrologo di riferimento.
[#14] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
dottor beretta la cavernosografia non sbaglia giusto? se ha confermato questa cosa è da escludere l'ansia del paziente durante l'esame che può falsare il risultato finale?

cmq è stat velocissimo l'esame sono stati più i preparativi che la durata (2min). adesso ho un ematoma un pò vistoso sul lato destro. entro una settimana dovrebbe sparire
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per l'ematoma risenta il suo radiologo od andrologo.

La velocità di esecuzione dell'esame non mi sembra realistica, forse era in leggera sedazione e non ha ben percepito le tempistiche!
[#16] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
per l'ematoma mi è stata data una pomata.

dr le posso confermare che è durata veramente poco dal momento che ti iniettano il liquido nel pene la macchina sopra di te che scatta le fotografie ai tuoi genitali.....non so prima come si faceva se con apparecchiature diverse e se adesso hanno semplificato la cosa con strumenti nuovi
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

un conto è lo scatto per le lastre radiologiche e un altro è il tempo complessivo dell'indagine dinamica, dopo stimolazione con farmaco vasoattivo.

Ancora un cordiale saluto.
[#18] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
dottor beretta l'embolizzazione della fuga venosa eseguita in maniera radiologica e non chirurgica può portare ad un risultato migliore? due androligi mi hanno consigliato di farla visto la mia situazione non è invasiva e anche se non dovesse risolvere il problema al 100% può solo che migliorare la mia situazione.
l'andrologo di riferimanto mi ha detto che questa tecnica è partita da un radiologo toscano che opera nella mia provincia con risultati molto buoni rispetto alla vecchia procedura e che vengono dall'estero per vederla e studiarla.

altra cosa: dopo una cura riabilitativa di caverject di 8-9 iniezioni sento il mio pene più flaccido ed un fastidio alla zona pubica. dopo questi sintomi ho interrotto. potrebbero essere sintomi di formazione di fibrosi? voglio farmi un altro ecodlopper per essere più sicuro anche se il mio andrologo mi ha detto di non preoccuparmi.
[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

a lei la scelta di fare da "cavia umana"; al momento questa tecnica non è indicata in alcuna linea guida per risolvere una eventuale "fuga venosa" ma chi sa...in un futuro prossimo venturo.

Ancora cordiali saluti.