Utente 324XXX
Buongiorno gentilissimi Dottori
Non è la prima volta che scrivo ma sono veramente scoraggiato e deluso.
Soffro praticamente da sempre di eiaculazione precoce. Dopo varie domande e vari consulti fatti sia su questo sito che su altri simili, nei quali tutti mi esortavano giustamente, ad andare da un andrologo, mi sono fatto coraggio ed ho seguito il consiglio. Sono andato da ben 2 specialisti i quali entrambi hanno escluso cause fisiologiche. Il primo, nonostante io gli abbia chiaramente esposto il mio problema, mi ha prescritto del Cialis 5 mg pur non avendo io, per fortuna, nessun problema di erezione. Chiaramente non ho risolto nulla e non è migliorato nulla visto che la cura che mi ha prescritto era per un problema che fortunatamente non ho. Il secondo andrologo invece per lo meno ha fatto un tentativo mirato al problema, prescrivendomi del Serestill ( paroxetina in gocce) regolando la dose a seconda degli effetti. Dopo alcuni mesi sono arrivato a 30 gg al dì ( e non al bisogno ) con notevoli miglioramenti nei preliminari ma con miglioramenti quasi impercettibili nel rapporto vero e proprio. Non volendo io aumentare ancora la dose e non conoscendo gli effetti della paroxetina assunta per lunghi periodi, ho preferito interrompere per evitare guai peggiori. A questo punto però sono veramente scoraggiato e confuso. Che devo fare? Andare da un altro andrologo perdendo altro tempo e altri soldi? Possibile che io sia così sfortunato da aver trovato gli unici 2 andrologi non molto ferrati in questo campo? ( tanto per usare un eufemismo) . Chiaramente non potrete rispondermi altro che di andare da un altro medico e vi capisco, però cercate anche di capire la mia frustrazione e il mio scoraggiamento per la situazione. Ho sopportato per anni il problema solo perchè avevo vergogna di andare da un medico e quando mi faccio coraggio nella speranza di risolverlo e vado addirittura da 2 medici, non ottengo un bel niente e rimango con il mio problema. Scusatemi per lo sfogo e buon lavoro a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
aro signore,
il mio immodesto parere è che se il problema è psicogeno, come sembra, allora serve psiocologo, non medicina. Soprattutto bvista la sua giovane età. Ne parli con i colleghi, che sennò a farmaci si va solo a tentativi.
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo Dott. Cavallini la ringrazio per la risposta e per avermi considerato " giovane", però, forse per mia ignoranza, non credo che il problema possa risolversi semplicemente " parlando" seppur con uno psicologo o uno psicoterapeuta.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Crede male. Purtroppo il suo è atteggiamento ancora troppo comune. Giovane è giovane. Dopo i 50 le idee diventano rigide.
[#4] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Sarò giovane e sicuramente ignorante in materia. Sono però convinto che l'unica persona in grado di guarire con le parole sia morta circa 2000 anni fa sulla croce e che da allora il progresso abbia introdotto molteplici principi attivi e medicine che vanno utilizzate.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mio nonno diceva sempre: "scherza con i fanti e lascia stare i santi"!

Detto questo poi, oltre alle corrette considerazioni fattele dal collega Cavallini, se comunque desidera insistere con altre terapie si legga questi articoli sempre pubblicati sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.

[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E' male convinto: difatti è risorto e salito al cielo. Poi sa il dottore sono io.
[#7] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Ha ragione Dott. Cavallini.