Utente 327XXX
Gentili dottori, ho effettuato una visita andrologia qualche giorno fa per un problema di leggera curvatura verso sinistra del pene che parte quasi dalla base. Si associa solo in qualche caso a dolore soprattutto durante la notte.
La visita che ho fatto mi ha lasciato un po' perplesso. La dottoressa dopo che le ho raccontato il problema mi ha fatto sdraiare sul lettino e ha effettuato una veloce palpazione con la quale ha escluso (almeno al tatto) la presenza di placche. In seguito mi ha prescritto un' ecografia del pene per verificare la situazione non riscontrando niente di particolare nella visita. A questo punto mi ha salutato e ci rivedremo con l'ecografia fatta.
Ora considerando che sicuramente mi recherò a fare l'ecografia per approfondire la situazione sono però rimasto un po' deluso dalla visita molto veloce, ad esempio io ho dimenticato di menzionare un altro problema riguardo un piccolo rigonfiamento nero sul prepuzio presente da anni (probabilmente qualche fuoriuscita di sangue che però non si è mai mossa di li e non mi da fastidio) e la dottoressa non l'ha notata perchè non ha controllato assolutamente niente se non la presenza di placche. Considerando che come le ho specificato subito era la mia prima visita andrologica e che ho 29 anni era tutto qui quello che c'era da controllare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il maschio offre poco alla vista,in stato di riposo…L'esclusione di placche è un dato favorevole.Aspettiamo l'ecografia.Probabilmente,se fosse stato un maschio a visitarla,,avrebbe insistito sui testicoli e sulla prostata ma…tant'è.Vuol dire che si rifarà alla visita successiva.Ha mai eseguito uno spermiogramma di routine?Si procuri delle foto in erezione.Cordiaità .
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

una visita andrologica prevede di verificare tutto l'apparato genitale e comunque nel suo caso se l'incurvamento non è congenito ma in divenire è necessaria una ecografia dinamica peniena per valutare se esistono alterazioni delle strutture peniene e quindi nel caso dovesse ritornare o rivolgersi allo specialista le consiglio di portare anche alcune fotografie con il suo pene in erezione.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per le risposte, lo spermiogramma è un'altra cosa che non ho mai fatto ma che ho messo in preventivo.
La curvatura è praticamente sempre stata così da anni.. non ho mai notato peggioramenti, però appunto si associa tal volta a dolore.
Già che ci sono vi chiedo un'ultima cosa. La specialista mi ha scritto "ecografia del pene", c'è differenza con quella che lei definisce dinamica? cosa devo richiedere nel prenotarla?

grazie ancora
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…l'ecografia dinamica prevede l'induzione della erezione che si attua farmacologicamente.Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
........e aggiungo che è essenziale per una corretta diagnosi.

Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Gentili dottori,
per dar seguito ai messaggi precedenti anche se è passato del tempo, oggi ho avuto l'esito dell'ecografia peniena da cui non è risultato nulla di anomalo.
"Nella norma i corpi cavernosi, regolare l'uretra peniena, non calcificazioni".
Ciò non toglie che per quanto sia sollevato dal risultato la curvatura seppur accettabile in erezione c'è e il fastidio (a volte dolore seppur lieve) è davvero noioso, soprattutto alcune notti.
A questo punto tornerò dall'andrologo con l'ecografia e valuteremo..