Utente 589XXX
Buongiorno,
ho 52 anni e da 15 gg. ho dolori alla bocca dello stomaco persistenti, che si diffondono al petto - in entrambi i lati.
Non ho sudorazioni o male alla schiena o male alla mandibola.
Premesso che ho l'aorta ingrossata mm. 45 e una sorta di inginocchiamento alla valvola mitralica e che ogni 2 anni faccio regolari controlli.
Ho la pressione alta - che tengo sotto controllo con pastiglia di SELES BETA. Ho il colesterolo un po' alto; sotto controllo con TORVAST 10.
Oggi la pressione è 78/138 - Colesterolo 200.
Proprio ieri ho effettuato una visita dal cardiologo con un ECG ed un eco cardiodopller.
L'esito è nei limiti della norma - fatto salvo le mie persistenti problematiche di cui sopra.
La settimana prossima ho fissato un ECG sotto sforzo.
Il cardiologo da me ovviamente interpellato non riesce a capire la causa se di natura cardiologica e comunque dice di tenere sotto controllo tale dolore e se sale al petto e alla mandibola andare la pronto soccorso.
Io ce l'ho da 15 gg. più o meno uguale.
Mi potete aiutare. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Personalmente sarei più prudente nel far eseguire un test da sforzo ad un soggetto con 45 mm di aorta....e comunque durante l'assunzione di betabloccanti eseguire un test ergometrico significa con molte probabilità di non poter interpretare correttamente i risultati. Se proprio si ritiene necessario valutare la situazione coronarica preferirei farlo con una coronarografia.....
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera dottore e grazie del consulto.
Sono uscito ora dal mio medico curante ed egli mi riferisce - leggendo l'esito della visita e degli esami (ECG ed ECOcardio) che a suo parere nulla a che fare con il cuore.
Ritiene che sia un gastrite da stress che simula i sintomi dell'infarto.
Mi ha prescritto Gastroloc 40 mg (una/die)
Non so più che dire; fatto salvo che i dolori persistono.
Saluti cordiali
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No comment ......
Solo che la supposizione è la madre di tutti gli errori e in medicina non si deve fare terapia senza una diagnosi dimostrata....
[#4] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
Condivido con lei dottore.
Mi dia un consiglio; quali esami del sangue mirati potrei fare?
Così magari li faccio subito e li consegno al mio cardiologo in settimana.
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono gli esami del sangue che permettono una diagnosi nel suo caso...occorre stabilire se lei ha veramente bisogno di una coronarografia o se può farne a meno. Questo però deve deciderlo un cardiologo di sua fiducia dopo averla visitata e valutato attentamente il suo caso.
Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera dottore; ho fatto la visita dal cardiologo e tutti gli esami sono negativi.
Il mal di stomaco è passato e volevo ringraziarla per il suo consulto.
Vorrei porle un altro quesito:
il mese scorso ho conosciuto un medico (Non cardiologo) che mi diceva di stare attento all'suo dei betabloccanta nel lungo periodo, in quanto con il tempo possono dare effetti collaterali (reni-bulbo oculare-etc)
Esisteranno sicuramente pastiglie alternative per la pressione e che si adattano al mio problema di dilatazione aortica.
Mi da un consiglio?
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è detto che la terapia che osserva con i betabloccanti dia effetti collaterali...In ogni caso noi per via telematica non possiamo fare prescrizioni mediche per cui anche per questo deve far riferimento al cardiologo di sua fiducia.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio; non vorrei ritornare per l'ennesima volta dal cardiologo.
Non vorrei neppure delle prescrizioni telematiche-ma dei consigli sulla base della sua esperienza e sulla base di farmaci che generalmente utilizza in alternativa ai betabloccanti.
Sulla base di quanto suggerisce chiederei poi una prescrizione definitiva al medico di base (mio cognato).
saluti cordiali
[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono convinto che lei debba cambiare il farmaco...gli effetti collaterali che ha riportato sono rari e comunque tenga presente che qualunque farmaco può presentarne...In concluisone direi che al momento non ci sono motivi validi per cambiarlo.
[#10] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
Va bene-grazie e cordiali saluti