Utente 332XXX
Salve dottore, sono un ragazzo di 27 anni, verso fine novembre ho dovuto subire per la seconda volta un intervento di frenuloplastica di allungamento a distanza di 2 anni circa dal primo perchè dopo una visita fatta nell'ultima estate il mio urologo ha riscontrato che il precedente intervento si era cicatrizzato male.
Sono passati da allora una quarantina di giorni, l'intervento sembra essersi cicatrizzato bene questa volta, ma ora si denota maggiormente un restringimento del prepuzio in fase di erezione.
Mi spiego meglio, quando il pene è in erezione il prepuzio scende appena sotto il glande e se provo a tirare più in giù la pelle ritorna lì, sento inoltre una leggerissima sensazione di stretta, cosa molto più accentuata prima della frenuloplastica.
Volevo inoltre aggiungere che da bambino non riuscivo a scoprire il glande e i miei genitori mi portarono da un medico che vi riusci forzando, purtroppo non ricordo i particolari data l'età e non ho una documentazione in merito.
Ora dato che comunque ero intenzionato a effettuare comunque una visita nei prossimi mesi, la mia preuccupazione è che si possa parlare di parafimosi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

forse è il caso di confrontarsi con altro specialista per valutare la sua situazione tenendo conto che dopo due frenuloplastiche è possibile che il prepuzio abbia subito un restringimento, comunque da valutare in sede di visita.

Un cordiale saluto