vena  tac  
 
Utente 724XXX
Salve Gent.le Dottore,
Le scrivo da parte di mio zio (60 anni e fumatore da quando era piccolo) che si è sottoposto alla tac addominale e toracica.
L'esito è il seguente:
TC addome: presenza di cisti displastiche epatiche.
TC toracica: formazione solida in sede mediastinica superiore sinistra contigua all'arco aortico ovolare (ilo omolaterale) che si estende fino all'ilo di circa 6.5 cm. Piccoli linfonodi in sede mediastinica e in sede ascellare sinistra.

Riguardo alla dignosi, scritta sullo stesso referto, riprende quanto sopra con l'aggiunta di: disomogeneità per minute iperdensità e irregolarità sul versante polmonare. Atrosi acromion-claveare bilateralmente e contiguità con vena branchiocefalica sinistra e tronco arteria polmonare.

Che la situazione sia grave, purtroppo, lo sappiamo, ma Le scrivo per chiederle un consiglio riguardo alle più appropiate terapie e a quale centro rivolgersi anche lontano dalla nostra zona (Palermo).

La ringrazio anticipatamente dell'attenzione e Le porgo cordiali saluti.

Samantha Rubino
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Cara Samantha,

innanzitutto occorre una diagnosi istologica per comprendere di che malattia si tratta. Dall'esame istologico si potrà scegliere la terapia più adeguata. Io comunque valuterei anche di far visionare la TC a dei colleghi della chirurgia toracica per chiedere se è possibile l'asportazione della lesione.

Sempre a disposizione,

Carlo Pastore