Utente 274XXX
Buongiorno,
mi chiamo Tommaso e ho 36 anni.
Da qualche mese ormai avverto (quasi giornalmente) una strana sensazione al petto.
L'evento dura pochissimo, un secondo o anche meno, e la sensazione è quella di rivere un cazzotto in pieno petto ma sensa il dolore. come una implosione, come se qualcosa risucchiasse da dentro.
Dopo il manifestarsi dell'evento mi sento debole e stanco per circa una mezz'ora.
Aggiungo che da molto tempo ormai avverto un doore alla giunzione tra le coste e lo sterno del lato destro e mi pare che il sontomo sopra descritto parta proprio da li, ma è solo una sensazione.
Inizialmente, pensando a un problema cardiaco, ho effettuato un ecg e un ecografia che hanno dato esiti negativi.
Al persistere della spiacevole sensazione il mio medico curante ha ipotizzato un problema di cervicale e/o di postura, senza però darmi nessuna cura per alleviare il fastidiosissimo sintomo.
Sono a chiedere se ci sono esami che posso fare per chiarire l'origine del sintomo e se questo può essere di origine cardiaca (eventualità che mi preoccuperebbe di più).

Ringrazio per l'attenzione e per il tempo dedicatomi.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le consiglierei di approfondire con un test da sforzo....ma non necessariamente i suoi sintomi sono dovuti ad un problema cardiaco. A volte un reflusso gastroesofageo o uno spasmo dell'esofago possono dar luogo a disturbi come quelli da lei descritti. Faccia prima il test da sforzo e se risulta negativo chieda il parere di un gastroenterologo.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dr. Rillo
grazie per la cortese risposta.
Ho effettuato l'ultimo ecg sotto sforzo a Giugno per l'attività amatoriale di calcio che svolgo saltuariamente.
L'esame era nella norma ed ho ottenuto l'abilitazione sportiva.
Leggo dalla sua risposta che consiglia un controllo da un gastroenterologo.
A tale proposito non avevo scritto (pensando che non fosse rilevante) che a Ottobre 2013 ho avuto un intervento di colicistectomia in laparoscopia.
Effettivamente i sintomi si sono acutizzati in questo ultimo anno, può esserci una correlazione?

Seguirò in ogni caso il suo consiglio per una visita dal gastroenterologo
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non posso esprimermi in un settore che non mi appartiene. Se preferisce può chiedere delucidazioni al collega che l'ha operata.
Saluti