Utente 331XXX
Salve, ho 30 anni e nonostante della mia giovane età soffro da 1,5 anni di angina pectoris che inesorabilmente va aggravandosi, e vorrei sapere se esiste una cura almeno per fermare la patologia.
E' iniziato tutto con un forte malore a ciel sereno e per oltre 6 mesi nonostante numerosi pronto soccorso, visite, esami (elettrocardio, ecg, test da sforso, holter, rx, emocromo, malattie virali) nessun medico individuava la causa dei miei malori, arronzandomi alla meglio, allora con grande amarezza capisco cosa vuol dire la malasanità del sud italia e che la mia vita vale meno di troppe parole.
Arrivato al punto che non riuscivo a parlare senza sentirmi male, mi decido visto i sintomi palesi di andare a tentoni da un cardiologo in privato (quello attuale) questo si accorge subito del mio problema: ipocinesia medio-prossimale della parete posterolaterale e del setto posteriore, mi fa fare subito la coronarografia che risulta negativa, quindi conclude: angina pectoris a coronarie indenni verosimile interessamento del microcircolo, mi da una cura che all' inizio migliora leggermente il mio stato, ma dopo un po' ricomincio a star male, ad ogni visita mi cambia e aggiunge medicinali, ma il malessere al inizio saltuario diventa sempre più cronico fino a farmi lasciare il lavoro o meglio a non farmi rinnovare il contratto, ora sono arrivato che ho sempre un doloretto al petto, a non uscire più di casa perché il minimo colpo di freddo o un emozione inizia il dolore serio, anche alle braccia, malessere, mancanza di forze, dannato soffocamento, pallore e mi tira il labbro sx, oltre tutto da circa due anni sento sempre un cattivo odore al naso (di marcio) che la mia ragazza non sente, e sto iniziando ad avere leggeri problemi di vista.
All' ultima visita di dicembre chiedo se mi sottopone a una scintigrafia, ma mi risponde che il problema si vede lo stesso, ma io sono disperato.
Adesso prendo: 2 ranexa 500mg, 3 mezze dilzene 60mg, 1cardioaspirina, 1 lucen 20mg al dì, e il carvasin al bisogno.
Chiedo se la cura è giusta, se esiste una cura per fermare la mia patologia da chiedere al mio cardiologo, o se devo rassegnarmi e cercare di godermi il possibile? O devo cambiare il cardiologo?
Vi ringrazio in anticipo sono veramente disperato sono troppo giovane per lasciarmi morire con le mani in mano.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi , mi pare strano che lei abbia un angina da soforzo a coronarie integre, con sforzo negativo, e scintigrafia negativa. Mimpare,che lei faccia un pomdi confusione.
Faccia copia ed incolla degli esiti degli esami che ha eseguito, in modo che possiamo esserle piu utili.
Arrivederci
[#2] dopo  


dal 2015
ok, come posso allegare l' ultimo referto fatto allo studio?
Allegare tutti gli esami della storia della patologia sarebbe un lavoro immane è quasi un libro.
Voglio aggiungere che attualmente il problema della diagnosi è stato "SUPERATO", il problema attuale è la cura giusta (se esiste) infatti ho richiesto consulto riguardo la cura, grazie.
Vorrei anche chiedere visto che non l' ho mai fatto: anche i problemi al microcircolo portano ad infarto acuto stroncante o questo è causato solo dai problemi alle coronarie?
adesso provo a trascrivere il referto visto che non si legge il copia e incolla.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non mi pare proprio che il problema della diagnosi sia superato, perché' da cil che lei scrive lei avrebbe coronarie integre e gli esiti di un pregresso infarto.
Cosa senz'altro possibili, ma e' strano che la sua scintigrafia das forzo sia negativa.
Setto questo la sua terapia con diltiazem e' senz'altro sottoposta per il suo peso corporeo.
La ranolazina e' una farmaco che ha molto impiego nei pazienti diabetici, cosa che lei non riporta essere.
Cordialita'
cecchini
[#4] dopo  


dal 2015
Luogo.............. 08/11/2013


nome............... cognome.............. aa. 30

Familirità per CAD ed ipertensione. Ex tabagista cronico.

Persistenza di episodi di angina tipica da sforzo (dolore retrosternale con irradiamento al braccio sx e senso di costrizione giugulare). Ha eseguito coronarografia che ha evidenziato un albero coronarico esente da lesioni significative.

Terapia: Ranexa 500 mg 1 cp/die; Adalat crono 20 mg 1 cp/die; Cardioaspirin 100 mg 1 cp/die; Carvasin 5 mg 1 cp al bisogno; Lucen 20 mg 1 cp/die.

E.O.: Polarizzazione di tipo ansioso-depressivo, azione cardiaca ritmica e normofrequente, toni cardiaci validi e puri, pause libere. Reperto toracico negativo. P.A.= 120/70 mmHg

ECG: Ritmo sinusale f.c. 76 bpm AQRS=+50°; normale conduzione atrioventricolare ed intraventricolare. Piccola onda q in DII, DIII, ed aVF. Ripolarizzazione ventricolare nei limiti della norma.

ECOCARDIOGRAMMA: Volumetrica delle camere cardiache nei limiti della norma. Spessori parietali del ventricolo sinistro nella norma. Ipocinesia medio-prossimale della parete posterolaterale e del setto posteriore; conservata la restante cinesi segmentaria e globale del ventricolo sinistro (F.E. =60%). Normale morfologia e funzionalità degli elementi valvolari. Flussimetria doppler nei limiti. Pericardio indenne. Aorta addominale di diametro regolare.

CONCLUSIONI: Angina da sforzo in soggetto a coronarie indenni, da verosimile interessamento del microcircolo.

Sospende Adalat Crono 20mg

Aggiunge:
Sp/ Dilzene 60mg cp S/ 1/2 cp x 3/die
Continua la restante terapia.

Cardiologo
................................................


(Voglio aggiungere come scritto nel testo della mia domanda ma qua non riportato nel referto, che attualmente ho sintomi anche a RIPOSO):
Doloretto al lato cuore e laterale, braccio sx senza forze (ho fastidio anche a scrivere su tastiera), fischio continuo orecchio sx, problema di cattivo odore al naso, lievi crisi anginose dopo mangiato con malessere.
Prego di un consulto utile, sono una persona altruista, ho salvato alcune persone in passato di cui una l' ho tenuta in vita con procedura cardiopolmonare per 3/4 d' ora non merito di morire così.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I sintomi che lei riferisce non hanno niente a che vedere con il suo cuore.
Inotre sarei molto curioso di vedere il referto della sua scintigrafia.
La smetta di compatirsi ancheeeche non morira di certo. A parte essere stato tabagista ( spero che abbia smesso adesso) ha per caso fatto uso di droghe tipo cocaina?
Arrivederci
[#6] dopo  


dal 2015
Dottore in quello che ho scritto fino ad ora c' è riportato tutto ed è verità,

""All' ultima visita di dicembre chiedo se mi sottopone a una scintigrafia, ma mi risponde che il problema si vede lo stesso, ma io sono disperato.""

ho problemi a scrivere e non mi va di iniziare da capo, non fumo più oltre che per scelta ma anche perché se fumo una sigaretta sto male un quarto d'ora.
Sono pieno di parole belle ma le parole stanno a zero, e se sono vivo è perché non ho mai ascoltato gli arronzoni per spirito o per guinsaglio (con tutto il rispetto per lei che magari non lo è).
Ora ho bisogno della cura giusta perché in fondo a me so che esiste e so che deve esistere ancora un medico libero di fare il medico..

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
io sinceramente dubito che lei abbia presentato un infarto a coronarie integre. per questo la scintigrafia da sforzo è fondamentale

io non penso che lei abbia angina e questa va dimostrata prima di iniziare un qualSiasi terapia.
esegua una scintigrafia miocardica da sforzo e tagli la testa al toro
arrivederci
[#8] dopo  


dal 2015
Dott. forse non mi sono spiegato bene, riguardo la scintigrafia quando l' ho chiesta al cardiologo mi ha detto: "fino a che punto vuoi indagare?! la scintigrafia si fa prima della coronarografia e se risulta positiva si fa appunto la coronarografia con eventuale intervento, tu gia hai fatto la coronarografia è inutile un ulteriore scintigrafia dalla quale sicuramente si vedrà un' area problematica, nel tuo caso non si può intervenire chirurgicamente perche i vasi sono troppo piccoli ma solo con medicinali"
Quindi non la prescrive, riguardo la terapia è già un anno che sto in cura perché mette in dubbio QUESTO!
Io non ci guadagno nulla a dire che sto male anzi.
Come fa lei a dire che non ho un angina con la mia storia clinica, probabilmente ho più esperienza io di sintomi che lei (sempre con tutto il rispetto)
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede la doronaroafia non mostra derto i piccoli vasi, la scintigrafia servirebbe nel suo caso a:
1 verificare se davvero lei abbia avuto un infarto
2 se qualche altra area del suo cuore vada davvero in ischemia

Questo non è certo da poco, alla sua eta. Poi ovviamente, faccia come crede. Lei mi ha chiesto un parer ed io gliel ho fornito.
La saluto
[#10] dopo  


dal 2015
Comunque io sono d'accordo con lei vorrei farla la scintigrafia perché è l' unico sistema per capire l' entità del danno e poter intervenire in modo mirato,
ma questo che ho scritto sopra in sintesi è quello che crede il mio cardiologo e non me la segna.

Se lei ha qualche collega in gamba in qualche ospedale/clinica nella mia zona le sarei veramente grato se mi fa fare una scintigrafia?
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non conosco assolutamente la sua realta sanitaria.
In toscana basta che
Ei abbia l impegnativa del medico curante per eseguire la scintigrafia miocardica pagando solo il modesto ticket.
Ma ripeto non conosco la sua realta.
L esame va eseguito perche a mio avviso lei non è assolutamente ammalato di cuore.
Arrivederci
[#12] dopo  


dal 2015
si ma il medico curante non fa l' impegnativa senza la prescrizione del cardiologo giusto?
[#13] dopo  


dal 2015
Vabbè dott. cioè l' ho scritto nel corpo del consulto che volevo fare na scintigrafia, non ci voleva mica la zingara indovina, ma se il cardiologo non me la segna il curante non fa l' impegnativa!....
ho capito non può aiutarmi in nessun modo sto perdendo tempo, la ringrazio lo stesso, Saluti.
[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ascolti bene...gia' lei si e' rivolto a a me in maniera inopportuna.
Io sto cercando di aiutarla. Qualsiasi cardiologo serio le farebbe la richiesta della scintigrafia miocardica, cosi' come il suo medico curante puo' farle tranquillamente la impegnativa per scintigrafia miocardica, non occorre la richiesta del cardiologo, cosi' come il suo Medico di famiglia puo' richiedere una RM del rachide, ad esempio, oid una TC del torace.
Si tratta della sua salute e non della mia, eviti di essere sarcastico (..la zingara indovina..) , per lei non per me. Lei e' convinto di essere malato moribondo ed io invece credo e spero che lei non lo sia.
E' la sua salute e non la mia, della quale stiamo parlando.
Con questo la saluto e faccia come crede piu' opportuno
[#15] dopo  


dal 2015
Dott. le chiedo anche scusa e che non c'è la faccio più a non essere creduto purtroppo il mio problema non è solo la malattia, ma c'è anche il problema di essermi ammalato a 28 anni di una malattia che viene a 60 anni e nessuno a priori vuole crederci aspettano tutti che arrivo al pronto soccorso con un bel infarto acuto così si che è credibile (e giuro che questo è il consiglio che sento spesso "guarda quando proprio ti senti veramente male vai al pronto soccorso).
Almeno lei mi ha consigliato la scintigrafia, ma già era pensiero fatto.
Cmq non ho provato con il medico curante a farmela prescrivere, ci proverò stesso oggi pomeriggio.
[#16] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Stando a quello che ha scritto lei avrebbe gia avuto un infarto miocardico.
Ed io aspetto la scintigrafia che lo dica, e non una ecografia.
Io, in altre parole, non penso che lei sia malato.
E non è cosa da poco
Arrivederci
[#17] dopo  


dal 2015
Ok Grazie dott. proverò oggi direttamente dal medico curante, e se non mi fa l' impegnativa cercherò un' altro cardiologo che me l' ha prescrive e poi mi faccio fare l' impegnativa. A presto Saluti
[#18] dopo  


dal 2015
Dottore ok il medico curante la fa l' impegnativa per la scintigrafia da sforzo, vuole solo sapere dalla clinica dove la faccio cosa deve scrivere di preciso.
Ma credo che la clinica voglia saperlo dal cardiologo!
Cosa devo farci scrivere dal medico curante sull' impegnativa?
Attendo risposta, Grazie.
[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Io penso che il suo Medico sappia che per richiedere una scintigrafia miocardica da sforzo basti scrivere sull'impegnartiva "Scintigrafia miocardica da sforzo".
Arrivederci
[#20] dopo  


dal 2015
Allora ho chiamato per prenotare alla Clinica mi hanno detto di far scrivere sull' impegnativa:

Tomoscintigrafia Miocardica a riposo e dopo stimolo.
Angiocardioscintirafia all' equilibrio.
Diagnosi
n° 3 prestazioni

E' giusto dottore procedo?
[#21] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
perfetto. Arrivederci
[#22] dopo  


dal 2015
Dottore ma sapevo che serviva pure il contrasto per la scintigrafia?
[#23] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lo sanno anche i Medici che gliela faranno. Non e' un contrasto e' una sostanza radioattiva. Ci contatti dopo l'esame. Arrivederci
cecchini
[#24] dopo  


dal 2015
Ok Dottore la ringrazio veramente mille, aggiorno il risultato dopo esame. Saluti
[#25] dopo  


dal 2015
Allora prima di tutto e prima di saltare a conclusioni scontate devo aggiungere un brutto e triste evento che mia madre mi ha rammentato, 3 anni prima della mia nascita, nacque mio fratello che morì dopo alcuni giorni per una malformazione cardiaca, se non erro per cuore grande.
Riguardo la scintigrafia miocardica con mio grande stupore il referto è risultato negativo, a parte l' ECG basale che riporta lievi ed aspecifiche anomalie della ripolarizzazione ventricolare non si fa neanche riferimento alla onnipresente piccola onda q (1 mm) in DII, DIII ed aVF che anch' io ho imparato a leggere..
Bhè che dire mi sa che devo tenermi sintomi e malori fino a quando non mi si fulmina na bella porzione di cuore che l' ECG suona come un metal detector, allora tutti sapranno cosa fare..
Vorrei chiedere un ultima cosa, con tutti gli esami che ho fatto si sarebbe riscontrata una possibile malformazione cardiaca (tipo il classico foro atriale)?
[#26] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede, lei mi pare scontento di non essere cardiopatico.
È una reazione strana. Di solito chi non è malato è felice di non esserlo
Arrivederci
[#27] dopo  


dal 2015
Dott al contrario io sarei molto contento, ma il fatto e che io continuo ad avere sintomi e malessere in maniera instabile, vede ho notato che ne soffro piu marcatamente a ciclo di 5 o 6 giorni e meno con l innalzamento delle temperature, vedere esami negativi non mi conforta poi di tanto perché so che per cure mirate serve una conferma diagnostica.
Può rispondere a questa ultima per cortesia, con tutti gli esami che ho fatto si sarebbe riscontrata una possibile malformazione cardiaca (tipo il classico foro atriale)?
[#28] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certo che si sarebbe riscontrata.
Si rassegni all idea di non essere un cardiopatico.
Con questo la saluto
Cecchini
[#29] dopo  


dal 2015
Ok dott. la ringrazio di tutto, almeno ora so che dovrei (dico dovrei perché dalle mie parti c'è sempre il punto interrogativo) avere un cuore ancora tutto vivo e quindi c' è speranza e magari cambiando ancor di più le mie abitudini tipo (pranzi leggeri, eliminando sforzi e facendo attività fisica) dovrei migliorare l' efficienza cardiaca e gestire gli attacchi anginosi.
La ringrazio di nuovo, Cordiali Saluti.