Utente 335XXX
Salve a tutti, ho 27 anni e da circa 3 mesi ho constatato tramite consulti di altre persone, che soffro di fibrosi al pene, in quanto ho una leggera curvatura verso sinistra.
Premetto che ho già una visita prenotata con un andrologo.
Sul lato sinistro del pene sulla parte vicina al pube mi ritrovo un gonfiore interno (una piccola pallina grande meno di 1cm) dove si è creata la lieve curvatura (e dove a volte sento una specie di dolore)… fin qui credo sia chiaro…la mia preoccupazione sta nel fatto che ho una altra "pallina" di circa 1cm sempre sulla lato sinistro ma non come la prima vicino al pube ma vicino il glande (subito prima)…
pensate ci creerà un eccessivo incurvamento???
L'operazione è da considerare solo se la situazione risulterebbe così grave da impedire un rapporto sessuale?
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
l'ipotesi di malattia di La Peyronie va confermata alla visita, non dia per assodato di esserne affetto. Sul "cosa fare", in caso di diagnosi confermata, dipende dalla fase della malattia (fase attiva o fase stabilizzata) e sull'eventuale grado di curvatura associato.
Ci sappia dire l'esito della visita andrologica; partiamo da lì.
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Caro dottore la ringrazio per la sua celere risposta, non appena farò la visita le farò sapere.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

una curvatura del pene o è sempre esistita oppure comincia a comparire in un certo mo,mento e lei sicuramente ha potuto verificare tale fenomeno.
Una valutazione fotografica del pene in erezione, una visita da un andrologo, una valutazione ecografica dei corpi cavernosi in erezione consentono di definire in maniera migliore il suo presunto problema
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Grazie ancora per le risposte… la curvatura è spuntata da circa 3 mesi… io pensavo fosse una cosa "naturale" mi sono preoccupato quando ho iniziato a sentire al tatto questi "ingrossamenti interni"…
Cmq giorni fa mi ha visitato un mio amico urologo…lui stesso presume sia fibrosi ma mi ha indirizzato in un andrologo.
Adesso sinceramente non so se sia un fattore psicologico visto la mia preoccupazione… ma da quando l'urologo mi ha visitato (palpando su questa presunta fibrosi) sento un costante lieve dolore alla zona interessata…suggestione?
Grazie ancora
Vi farò sapere dopo la visita
[#5] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno cari medici, ieri ho fatto la visita con l'andrologo, e ha confermato la malattia di La Peyroine, la prossima settimana dovrò fare l'ecografia, mi ha già dato un cura con ephynal 300 (introvabili nel mio paese! Prenderò le equivalenti) 1compr. al giorno per 2 mesi, e in più lui stesso dovrà fare delle punture localizzate sulla calcificazione una per settimana (queste sempre previa ecografia) invece la vitamina E da subito…
Ha detto che m consiglia di fare questa, se dopo la cura la curvatura peggiorerà dovrà fare l'intervento di raddrizzamento.
Che ne pensate?
[#6] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La terapia che le è stata proposta ha un suo razionale. Sul cosa fare "dopo" dipende da quale sarà il punto di arrivo.
[#7] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera cari medici,
Stamane l'andrologo ha eseguito l'ecografia con il pene "a riposo" (nessuna puntura per l'erezione, mi ha detto che bastava così perché le placche erano ugualmente visibili).
Ha confermato che su più parti del corpo cavernoso sinistro vi è una leggera fibrosi; e che dalla prossima settimana possiamo iniziare con delle infiltrazioni (1 a settimana per un totale di 8 settimane! - nel frattempo sto prendendo la vitamina e attraverso le rigentex 400).
Domanda: le infiltrazioni possono avere effetti collaterali gravi? Sono necessarie? Dolorose? Non comprometteranno le funzionalità del pene?
Grazie anticipatamente
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

l'utilità delle infiltrazioni del tessuto fibroso è molto discutibile e non accettata univocamente anche perchè risultati concreti sono da dimostrare .
Personalmente non ho mai visto risoluzione di tali problemi mediante tale procedura.
Comunque avendo fiducia del suo specialista ne segua le indicazioni
cari saluti