Utente 373XXX
Buona sera,
il mio nome è Alessandro ed ho 36 anni.
verso la metà di Giugno del 2013, a seguito di un infortunio al ginocchio sn avvenuto circa un mese prima giocando a calcio, è stata riscontrata una trombosi venosa profonda all'arto inferiore sinistro che al momento non si è ancora risolta e sono sotto terapia anticoagulante con Cumadin da allora presso il centro TAO di competenza.
Dapprima la trombosi era molto estesa e sto facendo ecodoppler di controllo ogni 3 mesi per monitorare lo stato di regressione della trombosi.
Di seguito vi riporto la prima ecodoppler e l’ultima in ordine cronologico così da farvi avere più o meno un quadro generale sullo stato di avanzamento dall'inizio ad oggi.

La prima eseguita al pronto soccorso il 14/06 riporta quanto segue:
“Si apprezza TPV delle tibiali posteriori, delle gemellari mediali, della poplitea sino al primo tratto della femorale superficiale. Pervie le restanti vene a valle”

L’ultima eseguita il 23/12 riporta quanto segue:
“Il controllo attuale evidenzia la completa ricanalizzazione della vena poplitea di sinistra che appare pervia, comprimibile con inspessimenti intimali esiti di pregressa TVP. Persiste una parziale trombosi delle vene interossee al loro terzo superiore e delle gemellari laterali al loro terzo superiore. Non sono evidenti ulteriori segni di trombosi pregresse o in atto.”

La mia domanda è relativa alla ripresa dell’attività fisica (corsa, bici, calcio) in quanto il Dr. che ha eseguito e refertato l’ultima ecodoppler ha detto che posso riprendere l’attività seppur con giudizio e gradualmente, ma tutto sommato senza particolari vincoli, ricordandomi naturalmente che essendo sotto terapia con Cumadin è consigliabile evitare traumi ed ematomi. Al contrario, il mio medico di base, che è angiologo, mi dice che non posso fare assolutamente nulla del genere, ne corsa, ne bici, assolutamente no calcio. Mi ha dato il consenso a fare nuoto, ovviamente anche questo con giudizio.
Inoltre ha aggiunto che una volta appurato che il trombo è svanito, dovrò continuare la terapia con Cumadin per ulteriori 6/8 mesi, ovviamente potendo fare soltanto nuovo.
Vorrei per cortesia un terzo o altri pareri per capire se posso o non posso far sport con regolarità, oltre al nuoto. Diciamo che il mio obbiettivo almeno per il momento sarebbe fare corsa e bici. Se poi potessi anche far calcio sarebbe ottimo.
Ringrazio anticipatamente chiunque di voi mi da una risposta
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
concordo con il Suo Medico di base riguardo le attività sportive (solo nuoto) per motivi strettamente kegati alla patologia, ma anche perché nulla la potrebbe mettere al riparo con certezza da infortuni imprevisti pur usando le opportune cautele.
Un po' meno d'accordo sulla necessità di estendere per un periodo così lungo la TAO una volta verificata la completa risoluzione del processo trombotico.
Ma si tratta ovviamente di valutazioni che il Suo Medico fa sulla base di elementi e considerazioni che certamente hanno più valore delle nostre valutazioni a distanza.
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno Dr. Piscitelli,
la ringrazio per la risposta tempestiva. verso la metà/fine di Marzo avrò un ulteriore ecodoppler. Qualora il trombo risultasse risolto, neanche in questa situazione potrei correre o far bici? Oppure è necessario evitare queste attività finché dovrò assumere il Cumadin?
Le auguro una buona giornata e la ringrazio di nuovo.
Saluti