Utente 336XXX
Gentili Dottori, sono un ragazzo di 21 anni. Ho sempre fatto sport, anche se sono leggermente in sovrappeso. A settembre ho iniziato degli allenamenti per un concorso militare, facevo 1000 metri a tutta birra, più altri esercizi come addominali e flessioni. Verso metà ottobre, la sera mentre ero a letto, mi è capitato di avvertire delle extrasistoli, non tutte le sere, e comunque distanti tra loro. Devo fare due premesse: nelle prime settimane di ottobre avevo un esame universitario, ho bevuto un po più di caffè del solito, questa potrebbe essere una causa? Secondo: prima di avvertire queste extrasistoli avvertivo, nella giornata, del bruciore di stomaco, qualsiasi cosa mangiassi e poi, quando mi recavo ad allenarmi proprio mentre correvo avvertivo un leggero mal di pancia. Potrebbe essere una causa? Fatto sta che queste extrasistoli ho iniziato ad avvertirle anche di giorno, sicuramente per l'ansia che mi è venuta, ma ora da quando ho abbandonato il caffè, e ho ritrovato la tranquillità, sono calate drasticamente, e ormai sono diverse settimane che non ne avverto alcuna. L'ultima volta le ho avvertite, questa volta una dietro l'altra, dopo una merenda con latte, la quale mi ha portato un leggero mal di pancia. Da quel giorno sto assuemendo poco latte, un bicchiere la mattina e basta, e per l'appunto non ho avvertito più extrasistoli. Oggi però, mentre ero al parco e stavo eseguendo delle trazioni, cioè ero appeso ad una sbarra e tiravo su il mio corpo, appena ho finito l'esercizio, il tempo di saltare a terra ho avvertito una sensazione strana nella zona retrosternale, in basso, come se fosse un extrasistole, ma non lo era. Però durante l'esecuzione dell'esercizio non ho avvertito nulla, solo alla fine. Ho eseguito poco dopo nuovamente l'esercizio e mi sono sentito il battito e ho avuto la percezione come se il cuore facesse dei battiti meno intensi, come se per un secondo si inceppasse. Poi riprende a battere normalmente ad un ritmo basso, sui 60. Il 19 di febbraio ho fatto la visita per l'attività sportiva agonistica, ero un po agitato per il ricordo delle extra sistoli che mi hanno comportato dei problemi d'ansia, e avevo il battito a 110, ma normalmente il mio battito a riposo è 60, in condizioni di riposo totale anche 52. Comunque ho fatto la prova e alla fine ho ricevuto l'idoneità. Sempre per un concorso ho effettuato un ecocardiogramma color doppler ed era tutto è nella norma. In conclusione vorrei sapere se devo preoccuparmi per questa strana sensazione, come se il cuore si inceppasse per un secondo, e se è necessario fare altri controlli. In questi giorni ho ripreso finalmente a correre e non ho mai avvertito nulla, neanche durante le addominali o le flessioni.

Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Anche il cuore piu' sano puo' presentare saltuarie extrasistoli.
Se lei avesse eseguito , come scrive, la prova da sforzo e l'ecocardiogramma e questi fossero risultati negativi, non vedrei motivo di preoccupazione alcuna.
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
Io ho eseguito una visita per attività sportiva agonistica. Mi hanno fatto un ecg a riposo e poi mi hanno fatto salire e scendere dei gradini e immediatamente dopo mi hanno fatto un altro ecg. Non ho fatto la prova da sforzo su tapiluran. Mentre confermo l'ecocardiogramma color doppler. Possono bastare o dovrei fare la prova da sforzo?

La ringrazio nuovamente
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In realta' il test di Master (sugli scalini) andrebbe abolito, dal momento che non c'e' la possibilita' di osservare il ritmo cardiaco durante la prova, ma vengono registrati solo un ECG all'inizioo e poi subito dopo la prova.
I test affidabili sono quello sul cicloergometro o tapis roulant.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio e le faccio i miei complimenti: ho avuto modo di leggere altri consulti da lei risposti ed è sempre molto professionale e chiaro. Parlerò con il mio medico di famiglia per un test sul cicloergometro o tapis roulant.

Arrivederci
[#5] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
Salve Dott. Cecchini. Oggi per la prima volta mi sono comparse delle extrasistoli durante la corsa. In un primo momento erano lievissime, una singola, e neanche ero certo che fosse una extrasistole. Mi dava la sensazione come se fosse un leggero sospiro. Poi dopo circa 5 minuti è comparsa un'altra e non avevo dubbi, era una extrasistole. La prova da sforzo non l'ho più effettuata, il mio medico di famiglia diceva che non era necessaria. Gli esami recenti che ho fatto sono i seguenti: Eco color doppler (perfetto nessuna anomalia) visita sportiva con test degli step, analisi complete del sangue, anche per la tiroide. Tutto ok. Però ora con queste extrasistoli durante la corsa, mi sento molto demoralizzato e preoccupato. Precedentemente mi sono comparse anche sporadicamente durante la masturbazione, seppur non avessi il battito accelerato, anzi. Le faccio una domanda: C'è qualche speranza che possano essere benigne o dovrò smettere di praticare sport a livello agonistico e rinunciare a molte mie passioni? Potrebbero essere extrasistoli dovute ad un ernia iatale o problemi intestinali seppur compaiono durante sforzo? Di solito quando mi compaiono a riposo è sempre dopo i pasti, o se sollecito la pancia, magari con piegamenti bruschi. Da quando evito di sdraiarmi dopo i pasti e bevo dell'acqua frizzante che mi fa fare molti rutti mi compaio davvero raramente ed ero, fino a stasera, molto più sereno. Stasera mi sento punto e a capo. La prego di rispondere alle mie domande, mi sarebbe di gran aiuto. Grazie anticipatamente.
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Comprendera bene che non è ppssibile darle una riaposta onesta in assenza di una prova da sforzo. Le extra le so o venute sotto sforzo.....quindi esegua un test da sforzo.
Alteimenti parliamo del nulla.
Arrivederci
[#7] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
Ha ragione Dottore. Mi consenta di formularle diversamente la domanda: In generale, le extrasistoli che compaiono durante l'attività fisica sono solo ed esclusivamente maligne o possono risultare, eseguendo vari accertamenti, anche benigne? Può l'ansia, o un disturbo intestinale o elettrolitico causarle durante lo sforzo?

Comunque nel pomeriggio mi recherò dal mio medico di famiglia.

La ringrazio nuovamente. Buona giornata.
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dipende dal tipo di extrasistolie...sopraventricolari, ventricolari, dall'intervallo di accoppiamento, da molti fattori deducibili solo nella prova da sforzo.
Arrivederci