Utente 313XXX
Gentili Medici:

Mi sono sottoposto ad un trattamento di epilazione con luce pulsata presso un centro medico o meglio un centro diretto da un medico ma con operatori che di medicina ne sanno poco o niente.

Le zone trattate sono state il torace e l'addome(superiore ed inferiore),ho effettuato 5 sedute, il risultato sembra molto buono in quanto i peli sono spariti quasi del tutto o meglio ci sono delle zone proprio glabre e delle altre in cui i peli crescono appena e sembrano molto fragili e sottili.

Ogni seduta risultava particolarmente dolorosa e dopo ero spesso arrossato ma applicando il locoidon il rossore spariva entro poche ore.
Durante la quarta seduta però mi sono accorto che sull'addome vcino l'ombelico il dolore era eccessivo, al limite della sopportazioneconsiderando tra l'altro che l'operatore mi aveva confessato che mai nessuno aveva resistito come me e infatti quando sono tornato a casa ed ho alzato la maglia lo spettacolo che si presentava ai miei occhi era terribile,avevo 3 grossi flitteni e tutta la zona era di un rosso veramente scuro.
Non mi sono perso d'animo, ho fatto una doccia fredda,non ho applicato ghiaccio per evitare ipotermie,mi sono asciugato ed ho applicato locoidon per 5-6 giorni dopodichè ho cominciato ad applicare prima "Connettivina" e poi "Neoviderm".
E' passato 1 mese e l'aspetto è migliorato molto,solo una si presenta ancora un pò rossa e lucida.
Ho agito bene?
Dopo 10 giorni circa mi ha anche visitato un dermatologo che le ha giudicate comunque ustioni di primo grado e ha detto di continuare ad applicare neoviderm che è un ottimo prodotto.
Un ustione di primo grado non "sparisce" entro 2 settimane al massimo?
Per carità non oso nemmeno dubitare del giudizio del dermatologo ma ho paura che queste ustioni mi possano lasciare delle macchie bianche(immagino) o comunque delle discromie.

Un ultima domanda relativa a queste apparecchiature laser, ma la potenza erogata è proporzionale all'efficacia del trattamento?Immagino che il trattamento non debba mai essere eccessivamente doloroso e che il dolore derivi oltre che dalla potenza erogata dalle caratteristiche del pelo e dalla quantità di luce che assorbe ma se il paziente non avverte nemmeno un fastidio vol dire che sta solo perdendo tempo?
[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
non occorre aggiungere nulla a quanto già chiaritole dal collega dermatologo.
Gli esiti saranno valutabili a distanza ma senza una visita è impossibile essere più precisi: consideri quindi in futuro di sottoporsi a trattamenti come l'epilazione (tanto al laser a quanto mediante luce pulsata) sempre sotto stretto controllo medico poiché opportuno per evitare quanto accaduto:le aziende forniscono apparecchiature sicure ma da sole non sufficienti per risultati gratificanti, ottenibili solo affidandosi ad professionisti esperti e non operatori come da lei precisato.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per la sua disponibilità dottor Diaspro.
Un' ultima domanda: nel caso in cui sulla cute tra qualche mese non sia presente alcun esito di questo brutto incidente potrò espormi liberamente al sole oppure dovrò applicare comunque la protezione 50+?
[#3] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Buongiorno
potrà esporsi ma é comunque sempre consigliabile una protezione almeno SPF 30.
A valutare in futuro il decorso di guarigione delle aree ustionate al fine di poter valutare l'opportunità di maggiore fotoprotezione, rispetto a quanto Le dirà il dermatologo da cui Le consiglio di far rivalutare il tutto quanto guarito prima di esporsi.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Dottore ,la settimana prossima dovrei vedere il medico per un controllo per un altro trattamento che ho fatto e ne approfitterò per farmi dare un'occhiata anche a queste cicatrici ma nell'attesa volevo chiederle una cosa.

Con grandissimi sacrifici da circa un mese sto applicando Neoviderm 3 volte al giorno ma tra un'applicazione e l'altra bisogna lavare le ferite rimuovendo il prodotto non assorbito oppure aggiungere nuovo prodotto su quella patina di prodotto residuata?

Io solitamente al mattino passo della garza o dell'ovatta imbevuta d'acqua sulle cicatrici poi asciugo e faccio la prima applicazione del giorno, poi al pomeriggio applico di nuovo il prodotto e poi la sera.

Conviene applicarne un pò per volta vale a dire uno strato sottile di crema lasciare che si asciughi e applicarne delll'altro oppure metterne una quantità abbondante e lasciare che venga assorbita? Meglio massaggiare un pò o semplicemente "posare" una certa quantità di prodotto sulle lesioni?

Grazie mille per la sua disponibilità e le sue chiarissime precisazioni.
[#5] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Buongiorno
é opportuno non eccedere con la quantità di prodotto (altrimenti si sporcano anche gli indumenti).
Una piccola quantità può rimanere sulla cute, evitando massaggi troppo energici.
Il Collega, valutando la situazione, potrà essere più preciso.
Cordialmente