Utente 340XXX
Salve,

Sono un ragazzo di 25 anni ed ultimamente ho voluto fare dei controlli perché da molto tempo avverto frequenza cardiaca elevata sia nell'attività fisica (che pratico in maniera assai saltuaria) sia soprattutto in condizioni di quiete e riposo. Gli esami strumentali (ecocuore ed elettrocardiogramma) sono risultati negativi. La mia frequenza a riposo varia dagli 80 ai 90 battiti al minuto a seconda delle circostanze ma non scende praticamente mai sotto questa soglia. L'unico momento della giornata è poco prima di addormentarmi quando i battiti scendono sulle 65-70 pulsazioni. Siccome ho sentito dire che una frequenza cardiaca elevata può essere deleteria e portare problemi a lungo andare vorrei capire se i miei standard rientrano nella norma o se sia necessario porre rimedio. La cosa un pó mi preoccupa.

Ps. Sono alto 173cm per 65Kg

Grazie buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono valori della frequenza cardiaca da definire preoccupanti. In ogni caso occorre escludere tutte le cause primitive responsabili di aumento secondario dei battiti cardiaci, perchè se c'è una causa và curata quella e non l'aumento delle frequenze (ad esempio occorre escludere un ipertiroidismo, un'anemia etc etc).
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per il consulto. Quindi mi consiglia di approfondire la cosa tramite altre tipologie di esami? Se fossero anche questi negativi il fatto di avere qualche battito in più della norma mi sta dicendo che non sarebbe affatto nulla di preoccupante.

Grazie ancora per la cordialità.