Utente 236XXX
Buonasera, ho 20 anni e negli ultimi 3 mesi sto soffrendo di questo disturbo che non si era mai manifestato prima ne, durante la masturbazione ne durante il rapporto con la mia ragazza. Tutto ha avuto inizio in un rapporto di 3 mesi fa che era durato circa 2-3 minuti; il successivo aveva avuto una durata normale, di 20-25 minuti, mentre i due successivi hanno entrambi avuto una durata di 2 minuti. Anche nella masturbazione mi sto rendendo conto di avvertire nettamente in anticipo il riflesso soprattutto quando sollecito in modo particolare la parte inferiore del glande, quella del frenulo (ah, sono circonciso), parte che sento molto sollecitata anche durante la penetrazione. Preciso che negli ultimi mesi sono stato e sono tutt'ora molto teso per gli esami universitari e mi creo sempre paranoie sulla durata del rapporto che potrei avere con la mia ragazza (come è accaduto le ultime due volte). Dato che il problema non si è mai verificato in precedenza, mi sapreste dire qualcosa in più riguardo esso oppure qualche rimedio (magari senza visita specialistica)? Grazie in anticipo per ogni risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile giovane lettore,

in questi casi difficile scongiurare una visita specialistica andrologica in diretta comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

e ancora mi ascolti a questo link:

http://www.nostalgia.it/piemonte/articolo/lstp/10401/

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera. Innanzitutto grazie per la pronta risposta. Ho trovato molto utile il primo link che ha messo nel Suo commento. Penso che il mio disturbo sia causato dallo stress per un importante test cui mi sto preparano da mesi e che è imminente e anche dall'ansia da prestazione. Ho cercato maggiori informazioni circa la fisiochinesiterapia del piano perineale e ho trovato link utili ma volevo chiederle se il disturbo potrebbe essere causato dal fatto che da 4 mesi non svolgo più esercizio fisico per rafforzare la zona addominale. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Risposta sintetica ma precisa: no!

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Dottore buonasera. Sto trovando molto utile la "ginnastica" per il piano perineale. Devo chiederle un ulteriore cosa: può darsi che l'ansia da prestazione cui viene sommata l'ansia per il test, che le ho citato sopra, possano causa la perdita dell'erezione durante la penetrazione? Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questi fattori possono purtroppo scatenare l'altro problema sessuale da lei indicato.

Ne parli ora anche con il suo andrologo di riferimento in diretta.

Ancora un cordiale saluto.