Utente 204XXX
Buongiorno dottore, mi piacerebbe avere un chiarimento. Mio figlio di 15 anni, nel mese di febbraio ha avuto la mononucleosi che gli ha lasciato le tonsille molto brutte, così il mio medico di base lo ha fatto vedere da un otorino e insieme ,dopo aver visto che l'emocromo non andava bene e che i linfociti erano molto alti, hanno deciso di fargli fare le analisi per le sottopopolazioni linfocitarie. Io ho chiesto loro a cosa servono queste analisi, ma mi hanno dato delle spiegazioni poco chiare ( forse lo hanno fatto di proposito per non allarmarmi?) Ho cominciato a cercare su internet e ho letto che questi esami vengono fatti anche per leucemia e adesso sono nel panico e nell'attesa di ricevere le risposte sto vivendo nell'angoscia. La prego mi dia lei un chiarimento. La ringrazio in anticipo e le auguro buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
l'esame in questione serve semplicemente per definire il profilo dei linfociti per capire quale popolazione si è espansa e in che modo. A meno che non sussistano ulteriori particolari elementi clinici in grado di generare altri sospetti, l'infezione può essere ritenuta responsabile della linfocitosi e l'indagine non dovrebbe rivelare la presenza di cellule "deviate".
Saluti,