Utente 743XXX
gentili dottori di medicitalia volevo esporre il mio problema che dura ormai da 4 mesi e che il mio medico di base non riesce ad inquadrare.Sono un ragazzo di 29 anni e sono sempre stato sano.E' cominciato tutto con uno sfogo della pelle sottoforma di piccole vescichette con liquido trasparente all'interno,raccolte a grappoli,uno sul braccio e 2 sulla schiena.La zona era arrossata e bruciava.Subito dopo mi sono accorto di avere qualcosa sul dorso della lingua,che ho tuttora,delle colonie puntiformi che si rimuovono (non del tutto) con una spatola formando dell'essudato bianco a volte inquietante perchè molto abbondante.Dopo 10 giorni le "bolle" sono andate via (anche se hanno lasciato un segno sulla pelle) mentre la lingua è peggiorata,si è gonfiata mostrando i segni dei denti sui lati.Anche i linfonodi del collo sono gonfi ma non ho dolori.Gli esami del sangue e delle urine sono perfetti,esami toxoplasmosi,epatite B e C,hiv e epstein-barr tutti negativi (solo quest'ultimo aveva presenti le IgG anti-EBNA).Adesso col passare del tempo la situazione si sta espandendo a tutto il corpo con la comparsa di macchie di diverso tipo:o sfoghi tipo brufoli (senza pus)che vanno e vengono o puntini rossi o neri uguali a nei che sembrano permanenti.In più qua e là ho piccolissime lacerazioni della pelle,dei taglietti.Per un periodo ho avuto sapore metallico in bocca.Pur non avendo dolori fisici mi sento molto strano,stanco,svogliato,quello che prima risultava facile da fare (soprattutto al lavoro)ora è più difficile,complice un calo dell'attenzione e difficoltà a memorizzare.A volte ho borborigmi e leggeri crampi allo stomaco ma soprattutto sono anni che soffro di meteorismo,ho un sacco di aria in pancia! La mia vita è sregolata,faccio i turni da sempre al lavoro e non ho mai badato alla dieta (del tipo mangio quando voglio e cosa voglio,indipendentemente dall'orario che cambia settimanalmente).Insomma mi sono trascurato a livello fisico ma anche a livello psicologico:fatti gravi mi hanno sconvolto,4 anni fa è morto mio fratello in un incidente,i miei si sono separati e per finire l'anno scorso mi sono lasciato dalla mia ragazza dopo 9 anni insieme!Quest'ultimo fatto è stato emotivamente devastante tant'è che solo la forza che mi ha dato mio fratello dall' alto mi ha impedito di compiere gesti sciocchi...Il fatto è che sono una persona molto introversa e chiusa,ho difficoltà ad aprirmi con gli altri anche se mi piace stare in compagnia e sono simpatico a tutti,solo che non parlo dei miei problemi,non mi confesso,non chiedo aiuto (ora lo chiedo a voi).Negli ultimi anni ho sviluppato allergie che non avevo alle graminacee,al pelo del cane e un pò al polline,ricoprendomi di bolle soprattutto sulle braccia.Il mio sistema immunitario si è chiaramente indebolito,ho tutti i sintomi di una candidosi(che si sta diffondendo nell'organismo)e non ho l'hiv.Mi scuso se mi sono dilungato e aspetto con ansia il vostro illustre parere. Grazie per il lavoro che fate.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Ma la candida e' stata coltivata almeno una volta dalla lingua o da una lesione cutanea?

La candida di solito "si allarga" quando la flora commensale viene soppressa da terapie antibiotiche. Ha preso antibiotici?

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, utile videat Dermatologico di ciò che racconta per inquadrare i problemi cutanei che qui viene a descrivere che potrebbero essere ricondotti, insieme alle manifestazioni allergiche sviluppate, nell'ambito di una diatesi atopica,con tutto il beneficio del dubbio che la sede telematica impone, non avendola potuta visitare realmente.Per quanto riguarda una candidosi sistemica non ho ben capito da dove le venga tale pensiero, tenendo presente che ciò si verifica in organismi estremamente defedati, cosa che sicuramente non riguarda lei poichè non saremmo qui a confrontarci.
Cari saluti