Utente 344XXX
Salve buonasera,
Innanzitutto grazie per il servizio offerto e per l'eventuale futura risposta.
Da un po' di tempo, circa 6-7 anni soffro di un problema di circolazione periferica che si manifesta soprattutto in inverno con mani perennemente fredde e viola e che tendono a diventare rosso fuoco quando invece tendono a scaldarsi( per esempio vicino al fuoco); successivamente mi sono accorto che questo problema riguardava anche gambe e piedi anche se in maniera inferiore poichè comunque d'inverno, a differenza delle mani,sono sempre coperti da calzini e pantalone.Ultimamente avverto sempre piu' spesso formicolii e "addormentamenti" di queste zone e vorrei chiedervi due cose:
1 Quale puo' essere la causa? E' qualcosa di cui dovrei preoccuparmi?
2 Da circa due/tre anni avverto sempre di piu' una condizione di "stanchezza mentale"; considerando che il cervello, cosi' come mani e piedi si trova ad un estremità, è possibile che il problema che ho alle mani e alle gambe possa interessare anche il cervello?

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
i sintomi lamentati rientrano in quelli delle cosiddette "acrosindromi", di cui fa parte anche la malattia di Raynaud e la sua manifestazione clinica (comune anche ad altre ) rappresentata dal "fenomeno di Raynaud".
Solo raramente queste affezioni sono la manifestazione di malattie dell'organismo a sfondo "reumatoide" o di affezioni della tiroide, la cui esistenza va esclusa mediante esami ematochimici che il suo Medico di Base dovrebbe essere in grado di prescriverle.
Esclusa questa eventualità la terapia si basa su farmaci emoreologici e sulla protezione dal freddo dell'intero corpo e non solo delle estremità.
Nella sezione Minforma troverà un ottimo articolo sull'argomento
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=33295
[#2] dopo  
Utente 344XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la risposta.
Gli esami per la tiroide gia gli ho eseguiti ed i valori rientravano tutti nei parametri, quindi non penso sia un problema tiroideo.Quindi se ho ben capito è raro che questo problema circolatorio possa contribuire alla mia "stanchezza mentale"/difficoltà di concentrazione giusto?

Grazie ancora