Utente 128XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 26 anni. Da circa una decina di giorni, dopo essermi creata una lesione a livello gengivale e successivo sanguinamento con il filo interdentale, ho notato che la gengiva si è arrossata, gonfiata con lieve fuoriuscita di pus. Mi sono recata dal dentista che mi ha detto che presento una tasca gengivale dentro cui, probabilmente, sono finiti placca e tartaro che hanno creato infiammazione. Mi ha dato un appuntamento per eseguire l'ablazione del tartaro che eseguirò tra due giorni. Data la presenza del pus ho chiesto se era utile l'assunzione di antibiotici ma mi è stato detto che non era indispensabile visto che il pus era in quantità minima, prescrivendomi solamente l'utilizzo di colluttorio con clorexidina. Mi chiedo se questa è effettivamente un' indicazione corretta o se dovrei assumere antibiotico (visto che ormai sono passati dieci giorni e la situazione mi sembra stazionaria....col permanere del pus, seppur in scarsa quantità). Pur non avendo problemi cardiaci, in questa situazione, sono a rischio endocardite? Ringrazio per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non c'è alcuna razionalità nella sua domanda....
Non è a rischio di endocardite e non vedo perchè non dar credito ai consigli del suo medico.
Cordialità