Utente cancellato
Buongiorno gentili dottori,
E' possibile che un dente incapsulato e devitalizzato faccia male o dia fastidio perché c'è un'infiltrazione nella capsula? Dalla radiografia (sesto superiore destro devitalizzato ed incapsulato da circa 6 anni) si vede c'è una carie sul dente sotto la capsula dalla parte destra: sembra mancare una porzione del dente molto piccola. Che si fa in questi casi? Il dentista mi ha prospettato di provare a togliere la capsula e se si riesce, provare a sistemare il dente in modo da ripristinare la chiusura corretta della capsula. Se non sarà possibile togliere la capsula, questa andrà tagliata e quindi sostituita? Grazie e saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Dipende cosa intende per fastidio, se ad esempio a causa della carie c'è una contemporanea infiammazione/infezione del tessuto parodontale (gengiva, legamento, osso), potrebbe accusare una certa sintomatologia indipendentemente dal fatto che il dente abbia avuto un trattamento canalare.

Se la lesione cariosa al di sotto della corona protesica riguarda la zona della chiusura marginale del manufatto è praticamente impossibile effettuare una ricostruzione corretta mantenendo la precisione del sigillo marginale-chiusura della corona (fondamentale per la durata di tutto il lavoro) ed inoltre potrebbe trovarsi con la ricostruzione "scoperta" rispetto alla corona (fonte di probabili recidive cariose).

Se invece la lesione riguarda un' area sufficientemente "lontana" dal margine della corona, la possibilità di recuperare il lavoro protesico è maggiore ma in questo caso bisognerebbe capire, per evitare ulteriori problemi di recidiva, perchè una corona cementata definitivamente e che dovrebbe, per definizione, essere precisa abbia sviluppato una carie al di sotto di essa.

"Se non sarà possibile togliere la capsula, questa andrà tagliata e quindi sostituita?"

Sì.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#2] dopo  
173284

dal 2014
Grazie per la sua risposta, preciso che da qualche tempo avverto dei fastidi ricorrenti e itineranti: negli ultimi 3 mesi ho fatto alcune cure presso il mio dentista tra cui una cura canalare al 7° molare sup. (che si trova accanto al sesto di cui alla capsula infiltrata). Poi a seguito della persistenza di alcuni dolori apparentemente non motivati da carie visibili (premetto che ho alcuni molari incapsulati e molti denti otturati o devitalizzati) il dentista mi ha fatto fare una pulizia approfondita (detartrasi). I dolori generalizzati nei giorni seguenti alla pulizia sono aumentati forse per effetto della sensibilizzazione. Alcuni giorni dopo è poi saltata un'otturazione al 6° inferiore ed il dentista ha eseguito la dev e la ricostruzione in quanto la carie era profonda e sottogengiva. Ora, a distanza di due settimane dalla chiusura di ques'ultimo dente, continuo ad avere dolore non forte ma fastidio o qualche fitta sia a destra che a sinistra (soprattutto in alto a destra). Per questo motivo ho chiesto al dentista di fare una radiografia di controllo al 7°sup devitalizzato di recente, ma è emerso che mentre quest'ultimo sembra ok, c'è appunto un 'infiltrazione alla capsula adiacente. Pensa che questa infiltrazione possa causare questi fastidi? Temo anche per altre capsule che ho da diversi anni (5). L''infiltrazione della capsule è evincibile solo dalla radiografia?

Pensa che se una corona cementata definitivamente e che dovrebbe, per definizione, essere precisa abbia sviluppato una carie al di sotto di essa, dipenda da un lavoro mal fatto? Preciso ch eil dentista che mi ha fatto le capsule non è quello che mi sta curando ora.

Grazie molte.

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente, nella sua precisa spiegazione manca un dato: la sua situazione parodontale (gengive x intenderci). La sua sintomatologia potrebbe essere dipendente da un problema inerente appunto la patologia parodontale. Per quanto riguarda la carie sotto la corona, questa può dipendere solo da due cose:
1) mancato sigillo periferico (mancanza di precisione nel manufatto)
2) moncone lasciato con carie....
Saluti cordiali
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#4] dopo  
173284

dal 2014
Precedentemente alla detartrasi le gengive erano molto infiammate (anche se uso sempre spazzolino e filo anche più volte al giorno) e quindi il medico dentista, lamentando questi dolori ricorrenti mi ha fatto fare una pulizia profonda. Attualmente le gengive non sanguinano (solo nei giorni immediatamente successivi alla detartrasi fatta circa un mese fa) e a detta del dentista stanno molto meglio. I dolori (non insopportabili ed itineranti) che vanno e vengono e passano senza prendere antinfiammatori (che io per problemi intestinali cerco di evitare i fans il più possibile) ma magari si ripresentano dopo qualche giorno.
Quindi pensa che ho fatto bene a cambiare dentista, per ciò che concerne la capsula (dovrei averla da circa 7 anni)?

Saluti Cordiali

[#5] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
"Pensa che questa infiltrazione possa causare questi fastidi?"

No, ma è necessaria una visita clinica per conoscere in modo approfondito i suoi problemi.

"L''infiltrazione della capsule è evincibile solo dalla radiografia?"

Dalla radiografia e da un'attenta visita clinica.

"Pensa che se una corona cementata definitivamente e che dovrebbe, per definizione, essere precisa abbia sviluppato una carie al di sotto di essa, dipenda da un lavoro mal fatto?"

Probabile, è fondamentale che la chiusura della corona sia il più precisa possibile ma può dipendere anche da una modesta retrazione della gengiva che, scoprendo la parte di dente/radice sottostante, rende più difficoltosa un'igiene orale corretta con ristagno di placca batterica e possibile sviluppo della lesione cariosa.
Se poi anche il bordo della corona è in sovracontorno (imprecisa) allora la probabilità diventa quasi una certezza.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com